topBanner

A Adrien Broner bastano cinque riprese per il titolo contro il forte Gavin Rees. Anche Budler difende il suo titolo.

Un asciugamano bianco sventolato da Gary Lockett, allenatore di Gavin Rees, ferma l’incontro quando mancava un secondo alla fine del quinto round: termina così la difesa di Gavin Broner del suo Titolo di Campione del Mondo WBC dei pesi leggeri in Atlantic City.

Questa é stata la prima difesa di Broner di tale titolo, anche se era già stato campione del mondo (WBO) in precedenza tra i Super-Piuma e campione di alcuni titoli minori sia della WBO sia WBC. Broner nella sua carriera é difatti passato spesso tra una categoria e l’altra (Super-piuma e Leggeri). Rees non era certo una difesa facile, numero 15 nella lista WBC, ma numero 3 nella lista IBO, molto più attendibile (e 8° per la WBO, mentre non é nella lista dei primi 15 per la WBA e l’IBF). Broner é ancora imbattuto nella sua carriera di pugile ed é un peso leggero che solitamente vince per KO i sui incontri.

L’incontro parte bene per lo sfidante Rees che si mette in mostra nella prima ripresa con vari diretti destri e sinistri che vanno a segno e mostrandosi molto attento in difesa. Broner, che vinse il titolo meno di tre mesi fa in questa stessa Boardwalk Hall, gioca quindi in casa ed ha un pubblico che lo sostiene in ogni momento cosa che solitamente, si dice, impressiona i giudici. Rees si piega, in questo primo round e per tutto l’incontro, molto molto basso per schivare i colpi dell’avversario.

Il secondo e terzo round vedevano il Campione combattere in maniera più incisiva e mostrare la pericolosità dei suoi colpi, ciononostante Rees ha continuato a contrattaccare e dimostrarsi pericoloso a sua volta.

Nella quarta ripresa si ha il primo atterramento: il molto attivo Rees riceve un montante destro che lo manda al tappeto. Si rialza comunque immediatamente pronto a continuare a combattere.

Nella quinta Rees mette a segno diversi ganci destri e sinistri e si dimostra sempre coraggioso e cercando di avvicinarsi molto a Broner. Un un certo punto l’arbitro dice qualcosa (forse chiamando “break”) Rees si rilassa ma viene colpito da un sinistro di Broner e va a terra. L’arbitro lo conta. Rialzatosi viene attaccato con veemenza da Broner che vuole mettere fine all’incontro. Dall’angolo di Rees viene sventolato un asciugamano bianco, l’arbitro vede e ferma l’incontro che termina con un KO Tecnico alla quinta ripresa.

A 23 anni Broner si dimostra il miglior pugile della categoria, e il su record é ora di 26 incontri vinti (su 26) di cui 22 prima del limite. Sarebbe interessante vederlo combattere per un incontro di unificazione dei titoli con pugili quali il messicano Miguel Vazquez o il britannico Ricky Burns (i due si affrontano il 16 marzo per l’unificazione delle corone IBF e WBO); riguardo a questa seconda possibilità vi sono trattative in corso. Se ciø non avvenisse Broner é pronto a salire di un’altra categoria.

 

Nel frattempo, in Sud Africa, Hekkie Budler ha difeso con successo la sua cintura di campione del mondo IBO dei Pesi Paglia contro lo sfidante Renan Trongco. Budler ha vinto ai punti per decisione unanime: 117-111, 118-110 e ancora 118-110.

Il campione ventiquattrenne ha ora 23 vittorie ed una sconfitta nel suo palmarés.

hekkie-budler

Hekkie Budler Campione del Mondo IBO

Lascia un commento


Hit Counter provided by Los Angeles SEO Company