topBanner

Carlsen batte Aronian. Caruana erra in finale e Kramnik vince.

Arriva la prima vittoria del torneo per Magnus Carlsen che batte il numero 2 al mondo Levon Aronian. Kramnik batte Caruana e lo scavalca in testa alla classifica.

La Carlsen-Aronian stata una partita con tante emozioni, con Carlsen che riusciva a crearsi una migliore posizione facendo Carlsen-AronianNorway2014in modo che il re nemico ad ovest fosse in posizione precaria. Ma poi Magnus non trovava un chiaro piano e, posizionando la torre in c5, rendeva troppo statica la propria posizione e perdeva tempi per attivare i propri pezzi. Ne approfittava Aronian che riusciva a mettere il suo avversario in una posizione di quasi paralisi; proprio quando mancava la mossa h5 per rendere impotente o quasi la posizione bianca, l’armeno si lanciava in una variante in cui cambiava le donne e faceva penetrare le torri di Carlsen una in 8ª e l’altra in 7ª traversa.

Il norvegese giocava sufficientemente bene per portare a casa il punto alla fine, anche se ancora una volta smarriva la via e si rendeva tutto più difficile dovendo alla fine giocare ben 93 mosse, e circa 7 ore di gioco, prima di aggiudicarsi il punto.

Nel frattrempo tutte le altre partite erano terminate e, la penultima della giornata era la Kramnik-Caruana in cui l’italiano doveva sostenere la pressione del bianco durante il medio gioco, andava sotto di un pedone ma riusciva poi a raggiungere una posizione che, sebbene materialmente in vantaggio di un pedone, non dava possibilità a Kramnik di trovare un’entrata nella posizione nemica. Il russo decideva pertanto di lasciare il pedone in surplus a Caruana per avere lo spazio per cercare di penetrare col re, pur sapendo che la posizione risultante era patta vedeva questa come una possibilità pratica per fare un ultimo tentativo di vittoria. In un finale pattabile, Caruana sbagliava una mossa di re e permetteva al monarca bianco di penetrare nelle retrovie e guadagnare un pedone. Fabiano si trovava comunque in un finale in cui il bianco doveva dimostrare come si facesse a vincere  quel finale di torre e due pedoni contro torre e pedone, ma probabilmente giù di morale, abbandonava immediatamente ancora prima di perdere effettivamente il pedone. É parso quindi un abbandono prematuro, anche se si può capire l’amarezza che attanagliava Fabiano in quei momenti in cui ha visto un finale completamente patto, in una partita in cui aveva dovuto mostrare grande capacità difensiva per arrivare in quella posizione, scivolargli di mano.

Vince anche Giri su Topalov in una partita che ha avuto alti e bassi.

In questo turno si registra il primo pari di Grischuk che sinora ne aveva vinte due e perse due; a prendergli quel mezzopunto é stato il sempre più sorprendente Agdestein che, in finale (in una partita in cui aveva il nero), ha mancato anche la variante vincente.

 

Risultati del V turno:

Svidler-Karjakin  ½-½
Grischuk-Agdestein  ½-½
Giri-Topalov  1-0
Carlsen-Aronian  1-0
Kramnik-Caruana  1-0

 

Classifica dopo V turni:

1) Kramnik

2-3) Caruana e Carlsen 3

4-7)  Karjakin, Agdestein, Giri e Grischuk

8-9)  Aronian e Svidler 2

10) Topalov .

 

Sito ufficiale del torneo: http://norwaychess.com/

Partite in diretta con commento: http://live.norwaychess.com/

Precedenti articoli su questa edizione del torneo:

Karjakin batte Grischuk. Caruana mantiene il comando.

Carlsen scampa alla furia di Caruana. Vincono Grischuk e Kramnik.

Caruana vince ancora e supera quota 2800. Inseguono Grischuk e Aronian.

Caruana é l’unico a vincere, e sale anche (virtualmente) al N. 3 mondiale.

Magnus Carlsen vince il lampo al No Logo Norway Chess e oggi il via al supertorneo.

Articolo di presentazione: Caruana e Carlsen impegnati in uno dei tornei più forti di sempre.

 


Hit Counter provided by Los Angeles SEO Company