topBanner

Che cosa ci aspetta nel 2014.

Vogliamo riproporre un articolo di inizio d’anno sulla falsariga di quanto facemmo l’anno passato, anche se quest’anno con qualche giorno di ritardo rispetto a un anno fa. Cosa ci aspetta in questo 2014 nei quattro o cinque sport che più da vicino seguiamo?

Negli scacchi l’evento importante di inizio d’anno é, come tutti gli anni, il Torneo Tata Steel (che l’anno scorso

Creazione grafica di: Chiara Gobbini (SPQeR).

Creazione grafica di: Chiara Gobbini (SPQeR).

definimmo “il torneo più importante al mondo”), che potrebbe lanciare qualche faccia meno frequente nei tornei di super-elite, come Giri, So, Rapport o Harikrishna, oppure rilanciare le velleità al trono di qualche giocatore tra i primissimi come Aronian, Nakamura o l’italiano Fabiano Caruana. Ma l’evento più importante dei primi sette mesi dall’anno scacchistico é certamente il Torneo dei Candidati (al titolo mondiale) che si terrà a Khanty-Mansiysk  dal 11 marzo al 1° aprile (date che potrebbero subire piccole modifiche) e che selezionerà lo sfidante al nuovo Campione del Mondo Magnus Carlsen. A questo torneo partecipano otto scacchisti di punta; Fabiano Caruana non é riuscito a qualificarsi ma é la prima riserva, nel caso qualcuno dei qualificati non potesse parteciparvi: e proprio oggi scade il termine posto dalla FIDE per dare conferma della partecipazione.

 

In agosto (1-14) si giocheranno le Olimpiadi degli scacchi a Tromso, in Norvegia, a cui ci si aspetta giocheranno gran parte degli scacchisti tra i primi al mondo, quest’anno col Campione del Mondo incluso. Vedremo se Anand tornerà a giocare per la squadra indiana, sarebbe bello rivederlo all’Olimpiade.
La sfida per il titolo mondiale é invece in calendario, provvisoriamente, dal 5 al 25 novembre, e la FIDE il 10 gennaio ha aperto il bando per l’organizzazione di questo match. Molti si aspettano che sia il Numero 2 al mondo, Levon Aronian, a qualificarsi per affrontare il Campione, ma l’armeno troverà sulla sua strada validi pretendenti, primi tra tutti Vladimir Kramnik e Vishy Anand.
A meno di quattro mesi dalla prima tappa (14-24 maggio) dell’annunciato Gran Prix FIDE 2014-2015, non si conoscono ancora i regolamenti di questa competizione, il numero dei giocatori partecipanti, i nomi di chi vi prenderà parte e le città in cui si giocherà. Questa competizione, se fossero tenute le regole similmente a quanto accaduto nelle altre due edizioni, dovrebbe mettere in palio due posti per il Torneo dei Candidati del 2016. Se la competizione avverrà, ci si aspetta che Fabiano Caruana faccia parte dei contendenti.

 

Nel pugilato ci si attende che il SuperCampione Wladimir Klitschko, campione WBA, IBF, WBO, IBO, cerchi di appropriarsi della corona WBC lasciata vacante da suo fratello Vladimir Klitschko che si é ora dato alla politica (ucraina) e non pensa di combatter più. É possibile che Wladimir non sia il primo pugile a combattere per tale titolo ma, una volta che vi sia un Campione WBC, combatta contro il nuovo campione. Comunque la situazione é fluida, anche perché José Sulaimán, che é stato il il Presidente della WBC per oltre 38 anni, é morto tre giorni fa (e proprio oggi si farà il suo funerale) e, pertanto la situazione all’interno della WBC potrebbe cambiare.
Molti sperano sia infine arrivato il momento di poter vedere il combattimento tra Manny Pacquiao e Floyd Mayweather; il pubblico rimarrà ancora senza poter vedere l’agognata sfida?
Questo potrebbe essere però l’anno della definitiva conferma a campione stellare di Gennady Golovkin, se solo gli altri campioni di categoria si decidessero a sfidarlo, altrimenti Golovkin emigrerà in altra categoria di peso.

 

E questo 2014 é l’anno che dovrebbe vedere (con più di un anno di ritardo su quanto da prima programmato) la “grande rivoluzione AIBA” con lo svolgersi dei Campionati Mondiali APB (AIBA Pro Boxing). Il pubblico dovrà quindi registrare l’avvento di un’altra organizzazione internazionale che dispensa titoli mondiali; il risvolto positivo é che questa volta dietro all’organizzazione vi sono le federazioni nazionali (e AIBA ne rappresenta 196, anche se non tutte sono d’accordo con la nuova svolta professionistica) e una selezione rigorosa e trasparente per arrivare a selezionare un campione del mondo. I nuovi Campioni del Mondo, nelle 10 categorie AIBA, dovrebbero arrivare nel dicembre 2014 alla fine del ciclo che dovrebbe iniziare a giugno.

 

In questo 2014, la Lega Pro Boxe, ha in programma di organizzare in Italia 12 combattimenti validi per il titolo dell’Unione Europea e 12 validi per il titolo di Campione d’Europa. Al momento non si prevede un combattimento valido per titolo mondiale, ma non lo si esclude.

 

Nel rugby a XV, l’evento del 2014 é, per l’Italia, ancora il Torneo delle Sei Nazioni. La nazionale italiana lo scorso anno vinse due partite, in una battendo addirittura la Francia, ci si aspetterebbe pertanto una prestazione simile quest’anno, anche se i test match di tarda primavera e autunnali non hanno dato soddisfazioni agli azzurri. Dovrebbe esssere un’Italia che torna ad avere in campo entrambi i fratelli Bergamasco, con Mirko candidato per essere il calciatore della nazionale.

 

Molto interessante sarà ciò che avverrà questo mese ed il prossimo per la pianificazione delle coppe europee, pare si andrà verso un’edizione senza le squadre inglesi e con dentro tutte le altre; ma i colpi di scena sono solo dietro l’angolo. Queste trattative e piani di coppe europee sono in parte collegati anche al futuro del campionato di Pro 12, dove militano le due più forti squadre italiane.

 

Nello scacchipugilato si attende disputa dei titoli italiani, particolarmente nella categoria dei pesi medi dove vi sono almeno quattro possibili future stelle della categoria, tra cui Giuseppe Lettieri, il piü forte scacchista di sempre a cimentarsi nello scacchipugilato. Le semifinali dovrebbero tenersi ad aprile a Milano. In questo sport, ci si aspetta anche di rivedere un peso massimo italiano, probabilmente ancora Gianluca Sirci, riprovare la conquista del titolo mondiale dopo l’occasione persa a Mosca il 28 novembre 2013.

 

Per il Rugby a XIII la speranza é che le due federazioni italiane esistenti si uniscano per giocare un solo campionato nazionale e convergere nel lavoro di propaganda e organizzazione di questo sport sul territorio nazionale.  Noi lo speriamo, ma la probabilità che questo avvenga é bassa.

Sicuramente vi saranno sorprese in questo 2014 e noi saremo qui a coprire gli eventi qui sopra riportati e moltissimi altri. Speriamo di tenervi compagnia anche per tutto questo 2014.

 

Articolo dell’anno passato: Che cosa ci aspetta nel 2013.


Hit Counter provided by Los Angeles SEO Company