topBanner

Domani Italia-Samoa. Parisse: “dobbiamo colpirli nei loro punti deboli”.

Queste le formazioni domani in campo, con diretta alle 14.15 (ora italiana), su Sky Sport 2:

Nelspruit, “Mbombela Stadium” – sabato 15 giugno

Castle Lager Series, II giornata:

Italia-Samoa

Italia: Masi; Venditti, Canale G., Garcia, Iannone; Orquera, Gori; Parisse (cap), Bergamasco Ma., Zanni; Bortolami, Bernabò; Castrogiovanni, Ghiraldini, De Marchi Al.

a disposizione: Manici, Rizzo, Cittadini, Pavanello A., Vosawai, Botes, Di Bernardo, McLean

all. Brunel

Samoa: Sooialo; Leiua, Williams (cap), Leota, Tuilagi A.; Pisi, Sua; Tuifua, Lam, Treviranus; Leo, Paulo Te.; Johnston C., Avei, Sakaria

a disposizione: Paulo Ti., Mulipola, Johnston J., Thompsen, Poluleuligaga, Vaaulu, Mapusua, Faasalele

all. Betham

arb. Joubert (Sudafrica)

Classifica Castle Lager Series: Sudafrica 5 punti; Samoa 4; Scozia e Italia 0.

 

Nelspruit (Sudafrica) – Un allenamento collettivo sul campo adiacente il “Mbombela Stadium” di Nelspruit, una sessione riservata ai calciatori sul prato che domani ospiterà la sfida a Samoa (ore 14.15, diretta Sky Sport 2) nella seconda giornata delle Castle Lager Series e, prima di pranzo, una seduta in palestra: con una mattinata densa di appuntamenti, gli Azzurri di Jacques Brunel hanno completato la settimana di preparazione al quinto scontro diretto nella storia della Nazionale contro il XV del Sud Pacifico, attualmente secondo in classifica nel quadrangolare sudafricano dopo aver superato 27-17 la Scozia sabato scorso a Durban subito prima della sfida che ha visto l’Italia sconfitta per 44-10 dagli Springboks beniamini del pubblico di casa.

“E’ la seconda partita di questo torneo e da parte nostra c’è molta voglia di fare bene – ha detto, nella conferenza stampa della vigilia, capitan Sergio Parisse – perché andiamo ad affrontare la settima forza del ranking IRB, una squadra che ha disputato davvero un’ottima partita contro gli scozzesi mentre noi arriviamo da una prestazione contro il Sudafrica in cui non ci siamo espressi secondo le nostre possibilità. Vogliamo rifarci e mostrare un bel rugby contro una formazione che si sta esprimendo ad alto livello”

 

Clicca qui per visualizzare la video-intervista a Sergio Parisse (Youtube)

Clicca qui per scaricare l’audio-intervista a Sergio Parisse (rights free)

“Quando si pensa a Samoa – ha detto il numero otto azzurro – si tende a parlare molto della fisicità degli isolani. E’ sicuramente una loro peculiarità ma come ha detto ieri Jacques (Brunel) i nostri avversari sono oggi molto più organizzati degli anni scorsi, sono cresciuti in mischia, le prime linee giocano ad alto livello in Europa ed anche in touche hanno fatto progressi. Sintetizzando, oggi Samoa sa giocare in modo molto più ordinato”.

“Non siamo soddisfatti della nostra prova contro Sudafrica. E’ vero che nei primi venticinque minuti del secondo tempo abbiamo mostrato un buon gioco, ma abbiamo subito 40 punti e non possiamo certo considerare positiva questa prestazione. Quella di domani – ha proseguito Parisse – sarà una gara chiave per il nostro tour: contro la Scozia, Samoa ha dimostrato di essere un avversario pericoloso. E’ una squadra pericolosa, che rispettiamo profondamente, contro cui sarà difficile giocare. Per noi però è imperativo vincere, al di là del piazzamento finale in questo torneo, per andare con grande fiducia verso l’ultima giornata”.

“Forse qualche anno fa si poteva pensare a Samoa più per le individualità che per il collettivo, oggi come ho detto è una squadra più completa ed in più non facendo parte dei grandi tornei internazionali la si affronta di rado. Per me sarà la prima volta contro di loro, nel 2009 (ultimo scontro diretto ad Ascoli, vittoria italiana per 24-6) mi ruppi il ginocchio due giorni prima. E’ vero che i samoani hanno un gioco semplice, che punta sulle qualità individuali e sulla fisicità, ma la mischia è di ottimo livello e la touche vince i palloni che deve vincere. Forse il gioco tattico al piede non è all’altezza delle squadre dell’Emisfero Nord, ma andiamo in campo sapendo che troveremo più di una difficoltà”.

“La volontà, l’obiettivo – ha terminato la propria conferenza stampa Parisse – è quello di esprimerci da subito come nella ripresa contro il Sudafrica. Sarà decisivo il possesso, palla in mano abbiamo dimostrato di poter impensierire ogni avversario ed in più avere la palla, domani, significherà non esporsi al loro attacco, molto pericoloso. Dovremo iniziare subito molto bene, diversamente da quanto fatto a Durban, prendere da subito il controllo del match, non rischiare nel nostro campo ed occupare il loro terreno. Il gioco al piede come detto non è la loro dote principale, dovremo colpirli nei loro punti deboli”.

 

Lascia un commento


Hit Counter provided by Los Angeles SEO Company