topBanner

Doppietta Carlsen: vince “London Classic” e “Grand Tour”.

Magnus Carlsen torna a confermare il suo primato su tutti gli altri scacchisti del pianeta vincendo la 7ª edizione del London Chess Classic e, inoltre, il Grand Chess Tour, un grand prix di tre tornei (Norway Chess, Sinquefield Cup e London Chess Classic) alla sua prima edizione. La manifestazione ha incluso diversi tornei, anche a tempo rapido, e si è svolta dal 4 al 13 dicembre 2015.

Dopo alcune performance non brillanti, come nel Campionato Europeo per Nazionali il Campione del Mondo è riuscito a vincere questo torneo di 10 giocatori che raggiungeva la XXII categoria Fide.

Magnus Carlsen vince entrambi: il London Chess Classic e il Grand Chess Tour.

Magnus Carlsen vince entrambi: il London Chess Classic e il Grand Chess Tour.

 

Magnus Carlsen era partito pareggiando tutte le sue prime sei partite e, dopo 6 turni, ben quattro giocatori condividevano imbattuti la vetta con 3½ (Nakamura, Vachier-Lagrave, Giri e Grischuk) con altrettanti che inseguivano a mezza lunghezza (Aronian, Carlsen, Caruana e Adams). Il norvegese concludeva con un 2½ su 3 finale che gli consentiva di raggiungere in testa, con 5½ su 9, l’olandese Anish Giri e il francese Maxime Vachier-Lagrave.

Per la vittoria finale disputava quindi uno spareggio: Carlsen, avendo un miglior spareggio tecnico, aveva accesso direttamente alla finale. Vachier-Lagrave nella terza partita di spareggio, una partita ghigliottina, sconfiggeva Giri (il quale si era aggiudicato la prima partita di spareggio, perdendo poi le due seguenti).

Nello spareggio con Carlsen; il francese veniva sconfitto nella prima partita e il risultato finale, dopo la seconda, era di 1½ a ½. Questo consentiva al norvegese di alzare entrambi: il trofeo londinese e quello del Grand Chess Tour.

Al quarto posto in solitaria, nella classifica del Chess Classic, a mezzo punto dal trio che ha partecipato agli spareggi, ha chiuso Aronian, seguito da Grischuk con Caruana e Adams con 4½, quest’ultimo con nove pareggi ciascuno. Ultimo Topalov che ha fatto solo 2½ punti.

Nel Campionato Britannico a eliminazione diretta ha vinto il favorito David Howell battendo 4-2 in finale il GM Nicholas Pert che era subentrato all’ultimo come sostituto. L’Open FIDE, con 234 giocatori in gara, è stato dominato dal GM olandese Benjamin Bok con 8 su 9, staccando di un punto i sei inseguitori più diretti. Erano presenti anche sei giocatori FSI: il miglior piazzamento lo ha ottenuto il 16enne lombardo G.M. Francesco Rambaldi, 22° a 6 punti (quattro vittorie, quattro pareggi e una sconfitta).

Il torneo rapid è stato vinto dal GM inglese Luke McShane con un perentorio 9½ su 10 con patta al 10º turno.

Classifica finale del torneo principale al London Chess Classic:

Pos. Tit. Nome P. elo Fed. Punti Perf. Num. vittorie S.B.
                 
1 GM Carlsen, Magnus 2834 NOR 2859 2 24.00  
2 GM Giri, Anish 2784 NED 2864 2 23.00  
3 GM Vachier-Lagrave, Maxime 2773 FRA 2865 2 22.75  
4 GM Aronian, Levon 2788 ARM 5 2827 1 21.25  
5 GM Grischuk, Alexander 2747 RUS 2788 1 19.25  
6 GM Caruana, Fabiano 2787 USA 2784 0 20.25  
6 GM Adams, Michael 2737 ENG 2789 0 20.25  
8 GM Nakamura, Hikaru 2793 USA 4 2740 1 16.75  
9 GM Anand, Viswanathan 2796 IND 2703 0 15.00  
10 GM Topalov, Veselin 2803 BUL 2616 0 11.50

 

 


Hit Counter provided by Los Angeles SEO Company