topBanner

Evento storico: una italiana si qualifica ai play-off del Pro14 e alla Coppa Campioni.

Il Benetton Rugby scrive la storia: è la prima squadra italiana mai qualificatasi ai play-off nella competizione ora conosciuta come Pro14. Allo stesso tempo è anche la prima squadra italiana a qualificarsi per la Coppa Campioni di rugby: se sino a un paio di stagioni fa la presenza di almeno una squadra italiana era gara garantita dal regolamento, dalla stagione 2018-2019 le quattro nazioni europee che partecipano al Pro14 non hanno un posto sicuro ma le migliori 7 squadre si qualificano da questo campionato irrespettivamente dalla federazione di appertenenza. E difatti, in questa stagione entrambe le squadre italiane hanno giocato la Coppa Challenge ma, i leoni trevigiani sono riusciti a fare in modo che, la prossima stagione saranno nella massima competizione europea. E nel frattempo prolungano il loro campionato Pro14 con la partita di qualificazione alla semifinale, il 4 maggio a Limerick, contro il Munster con la vincente che affronterà, fuori casa, il Leinster il 18 maggio.

Il terzo derby stagionale era da vincere per il Benetton.

Il terzo derby stagionale era da vincere per il Benetton. Fotografie di SPQeR.

Le notizie dell’ultima giornata del Pro14 andavano bene per la squadra veneta: con solo due squadre che potevano raggiungerla o scavalcarla in classifica, Scarlets (staccata di due punti) ed Edimburgo (staccata di un punto), prima del calcio d’inizio del derby Zebre Rugby – Benetton Rugby si veniva a sapere che a Rodney Parade i Dragons avevano battuto gli Scarlets (di solo un punto con gli Scarlets che mancavano un drop-goal finale), seppur questi ultimi avevano fatto due punti in classifica (bonus mete e bonus difensivo) e, pertanto, scavalcavano temporaneamente il Benetton di un punto in classifica (e con una temporanea migliore differenza punti). Ma i trevigiani dovevano pensare solo alla propria partita: una vittoria con almeno 4 mete (che garantiva il punto di bonus offensivo) avrebbe data la certezza della qualificazione qualunque fosse stato il risultato serale dello scontro tra Edimburgo e Glasgow.

E questo i leoni veneti erano in grado di fare allo Stadio Lanfranchi di Parma: due mete per tempo e riuscivano a guadagnarsi la meritata qualificazione. Le Zebre Rugby hanno messo in campo tutto quello che sono riuscite a fare, in una stagione costellata da infortuni e, in una partita in cui sono stati i primi a segnare e, a quasi un minuto dallo scadere del primo tempo, erano in vantaggio, hanno concluso segnando la quinta meta dell’incontro fissando il punteggio sull’11-25 finale. Qui di seguito il fotoreportage della partita di SPQeR:

IMG_4949bassa

Le due squadre fanno il loro ingresso in campo.

IMG_4951bassa

Partita d’addio per 9 giocatori delle Zebre.

 

calcio inizio

Calcio d’inizio dell’ultima giornata regolare. Fotografie di SPQeR.

Prima meta del Benetton: si deve farne almeno quattro.

Prima meta del Benetton: si deve farne almeno quattro, e vincere la partita, per essere sicuri di lasciare indietro Edimburgo in classifica.

SPQeR scontro di gioco

Scontri di gioco duri: siamo in vista delle convocazioni per il mondiale di settembre.

SPQeR bandiera veneta

Una bandiera veneta sventola a Parma.

SPQeR meta benetton (2) SPQeR meta(3)SPQeR mischia ordinata SPQeR riciclo palla SPQeR calci tattici SPQeR calcio piazzato

In cerca della seconda trasformazione

In cerca della seconda trasformazione

Tre mete per il Benetton: ne serve ancora una per assicurarsi la qualificazione ai play-off.

Tre mete per il Benetton: ne serve ancora una per assicurarsi la qualificazione ai play-off.

SPQeR difesa benetton

Grandissimo il lavoro in difesa fatto dal Benetton Rugby.

SPQeR rimessa Zebre

SPQeR Edoardo Gori

Edoardo Gori: in campo ma senza giocare.

IMG_4959bassa SPQeR Zebre-Benetton SPQeR riciclo SPQeR rimessa alta SPQeR rimessa

Marco Barbini lascia il campo dopo il cartellino giallo.

Marco Barbini lascia il campo dopo il cartellino giallo.

Fischio finale: iniziano i festeggiamenti.

Fischio finale: iniziano i festeggiamenti.

 

Alla sera si saprà che Glasgow ha battuto Edimburgo per 34 a 10 e che quindi la squadra scozzese, superata in classifica dagli Scarlets, perde anche la possibilità di giocarsi la partita di spareggio per il settimo e rimanente posto in Coppa Campioni contro l’altra squadra gallese Ospreys, Galles che quindi si assicura la presenza di una propria squadra nella massima competizione europea.

Lascia un commento


Hit Counter provided by Los Angeles SEO Company