topBanner

Fatti gli abbinamenti del Torneo dei Candidati. Previsioni e pronostici.

La FIDE ha pubblicato ieri, 12 febbraio, gli abbinamenti (che potete trovare a fine articolo) del prossimo Torneo dei Candidati che si giocherà a Khanty-Mansiysk, Russia, dal 13 al 30 marzo, o anche il 31 se fossero necessari gli spareggi per il primo posto. Il vincitore si qualifica per la finale al titolo mondiale, prevista per novembre, diventando lo sfidante ufficiale del Campione Magnus Carlsen.

Sono otto giocatori impegnati in un doppio girone all’italiana. Quali sono le possibilità di vittoria finale di ciascuno degli otto scacchisti impegnati in questo torneo?

Il favorito é certamente Levon Aronian, numero 2 al mondo che, a parte il Campione del Mondo Clarsen, é l’unico scacchista in attività sopra i 2800 punti elo. Levon inoltre ha mostrato nel passato di saper vincere tornei e di essere in grado di vincere diverse partite in questo tipo di tornei. Infatti qui non basta saper pareggiare e vincerne una o due, si prevede che la vittoria in solitaria sia possibile con un +5 o giù di lì (un +4 anche potrebbe essere sufficiente).

Ma in un formato torneo, l’essere favorito non significa vincere e, comunque, in questo caso il favorito ha meno del 50% di probabilità di vittoria, anzi a livello statistico molto meno. Appena dietro al favorito Aronian vi sono altri giocatori:

Vladimir Kramnik – l’ex Campione del Mondo ha l’esperienza e la forza di gioco per poter primeggiare. Nello scorso torneo dei Candidati di Londra (marzo 2013), arrivò primo parimerito con Magnus Carlsen a 8½, essendo dichiarato secondo (niente spareggi) solo per un criterio di spareggio tecnico. Vlad sarà conscio anche che questa potrebbe essere la sua ultima vera possibilità di poter battere il Campione del Mondo: perdere questa occasione significa dover aspettare altri due anni, quando Vlad avrà già 41 anni e dovrà passare ancora tutti i vari scogli dei vari passaggi di qualificazione per la finale mondiale. Siamo convinti che farå di tutto per far sì di riuscirci adesso.

Un discorso simile vale per Veselin Topalov, coetaneo di Vladimir, il quale ha preferito serbare tutte le sue energie, e preparazione casalinga, a questo appuntamento.  Della sua forma non si sa nulla: Topalov dall’agosto 2003 ha giocato solamente 19 partite ufficiali a tempo classico oltre a 9 a tempo rapido. L’ultima sua partita ufficiale risale a metà novembre 2013. Anche Topalov é un giocatore che in passato ha dimostrato di saper macinare punti e, inoltre, di saper risollevarsi dalle sconfitte. Sappiamo che sarà motivatissimo, essendo la finale al titolo mondiale un suo obiettivo personale.

Anche l’altro ex Campione del Mondo Viswanathan Anand sarà cosciente che questa é per lui probabilmente l’ultima opportunità e, che poi, gli mancheranno soprattutto gli stimoli per passare attraverso i vari livelli di qualificazione per una finale mondiale, per di più sarà sempre più difficile rimanere davanti a giovani scacchisti che stanno emergendo e gli altri che arriveranno tra l’élite mondile da qui a due anni. Anand, potrà anche sfruttare parte della preparazione fatta per la sfida mondiale dello scorso novembre, oltre ovviamente a quella fatta specificatamente per questo appuntamento. In passato é stato un gran giocatore di tornei, vincendone molti, ma negli anni recenti ha mostrato una certa difficoltà nel fare un numero consistente di vittorie, requisito molto spesso necessario per vincere in torneo.

Per Sergey Karjakin questo é il torneo dove può finalmente mostrare di essere sbocciato e poter aspirare al titolo. In caso di bocciatura anche lui dovrà aspettare due anni e, in quel caso, dovrà reggere la concorrenza di chi, più giovane di lui, si affaccia tra l’élite mondiale. Nelle ultime due competizioni da lui disputate ha avuto buoni risultati, particolarmente al Tata Steel dello scorso mese, pertanto lo si ritiene in forma e sappiamo, che anche lui avrà preparato al meglio quest’evento ed ha dietro di se alcuni dei migliori allenatori della scuola russa.

Anche Peter Svidler ha mostrato in passato di saper fare ottimi risultati di torneo anche contro i migliori giocatori al mondo e, non per niente, é un plurimo vincitore del Campionato Russo individuale. É stato preferito, come wild-card degli organizzatori russi, addirittura all’attuale numero 6 (e prima N. 4) al mondo Alexander Grischuk dal momento che darebbe maggiori garanzie alla Russia di poter vincere il torneo. Lo scorso anno a Londra lo abbiamo visto in forma sia fisicamente che a livello di motivazione; avrà bisogno di forza fisica e motivazionale anche quest’anno per affrontare un torneo così lungo e dispendioso.

Molto meno pronosticato per la vittoria finale é Shakhriyar Mamedyarov che fece un ottimo torneo lampo allo Sport Accord Mind Games, mostrando di non essere inferiore a nessuno, nemmeno ad Aronian, in tale tipologia di gioco. Ma nel gioco classico gli mancano le grandi vittorie, con l’eccezione di un Tal Memorial (2010) dove é arrivato primo parimerito e la tappa di Pechino del Gran Prix FIDE (2013).

Ha compiuto 24 anni questo mese Dmitry Andreikin che é il più giovane del torneo (tre settimane di differenza con Karjakin) ed anche il giocatore con meno esperienza di tornei con l’élite mondiale. Sarebbe davvero una sorpresa se fosse a lui a qualificarsi dal momento che, probabilmente, nessuno lo pronostica come vincitore.

 

Gli abbinamenti del Torneo diramati dalla FIDE:

Round 1              
                 
SNo.   Name FED Res.   Name FED SNo.
1 GM Andreikin Dmitry RUS GM Kramnik Vladimir RUS 4
2 GM Karjakin Sergey RUS GM Svidler Peter RUS 3
5 GM Mamedyarov Shakhriyar AZE GM Topalov Veselin BUL 8
6 GM Anand Viswanathan IND GM Aronian Levon ARM 7
Round 2              
                 
SNo.   Name FED Res.   Name FED SNo.
4 GM Kramnik Vladimir RUS GM Karjakin Sergey RUS 2
3 GM Svidler Peter RUS GM Andreikin Dmitry RUS 1
8 GM Topalov Veselin BUL GM Anand Viswanathan IND 6
7 GM Aronian Levon ARM GM Mamedyarov Shakhriyar AZE 5
Round 3              
                 
SNo.   Name FED Res.   Name FED SNo.
1 GM Andreikin Dmitry RUS GM Karjakin Sergey RUS 2
3 GM Svidler Peter RUS GM Kramnik Vladimir RUS 4
8 GM Topalov Veselin BUL GM Aronian Levon ARM 7
5 GM Mamedyarov Shakhriyar AZE GM Anand Viswanathan IND 6
Round 4              
                 
SNo.   Name FED Res.   Name FED SNo.
5 GM Mamedyarov Shakhriyar AZE GM Andreikin Dmitry RUS 1
2 GM Karjakin Sergey RUS GM Topalov Veselin BUL 8
7 GM Aronian Levon ARM GM Svidler Peter RUS 3
6 GM Anand Viswanathan IND GM Kramnik Vladimir RUS 4
Round 5              
                 
SNo.   Name FED Res.   Name FED SNo.
1 GM Andreikin Dmitry RUS GM Anand Viswanathan IND 6
2 GM Karjakin Sergey RUS GM Mamedyarov Shakhriyar AZE 5
3 GM Svidler Peter RUS GM Topalov Veselin BUL 8
4 GM Kramnik Vladimir RUS GM Aronian Levon ARM 7
Round 6              
                 
SNo.   Name FED Res.   Name FED SNo.
7 GM Aronian Levon ARM GM Andreikin Dmitry RUS 1
6 GM Anand Viswanathan IND GM Karjakin Sergey RUS 2
5 GM Mamedyarov Shakhriyar AZE GM Svidler Peter RUS 3
8 GM Topalov Veselin BUL GM Kramnik Vladimir RUS 4
Round 7              
                 
SNo.   Name FED Res.   Name FED SNo.
2 GM Karjakin Sergey RUS GM Aronian Levon ARM 7
3 GM Svidler Peter RUS GM Anand Viswanathan IND 6
4 GM Kramnik Vladimir RUS GM Mamedyarov Shakhriyar AZE 5
1 GM Andreikin Dmitry RUS GM Topalov Veselin BUL 8
Round 8              
                 
SNo.   Name FED Res.   Name FED SNo.
4 GM Kramnik Vladimir RUS GM Andreikin Dmitry RUS 1
3 GM Svidler Peter RUS GM Karjakin Sergey RUS 2
8 GM Topalov Veselin BUL GM Mamedyarov Shakhriyar AZE 5
7 GM Aronian Levon ARM GM Anand Viswanathan IND 6
Round 9              
                 
SNo.   Name FED Res.   Name FED SNo.
2 GM Karjakin Sergey RUS GM Kramnik Vladimir RUS 4
1 GM Andreikin Dmitry RUS GM Svidler Peter RUS 3
6 GM Anand Viswanathan IND GM Topalov Veselin BUL 8
5 GM Mamedyarov Shakhriyar AZE GM Aronian Levon ARM 7
Round 10              
                 
SNo.   Name FED Res.   Name FED SNo.
2 GM Karjakin Sergey RUS GM Andreikin Dmitry RUS 1
4 GM Kramnik Vladimir RUS GM Svidler Peter RUS 3
7 GM Aronian Levon ARM GM Topalov Veselin BUL 8
6 GM Anand Viswanathan IND GM Mamedyarov Shakhriyar AZE 5
Round 11              
                 
SNo.   Name FED Res.   Name FED SNo.
1 GM Andreikin Dmitry RUS GM Mamedyarov Shakhriyar AZE 5
8 GM Topalov Veselin BUL GM Karjakin Sergey RUS 2
3 GM Svidler Peter RUS GM Aronian Levon ARM 7
4 GM Kramnik Vladimir RUS GM Anand Viswanathan IND 6
Round 12              
                 
SNo.   Name FED Res.   Name FED SNo.
6 GM Anand Viswanathan IND GM Andreikin Dmitry RUS 1
5 GM Mamedyarov Shakhriyar AZE GM Karjakin Sergey RUS 2
8 GM Topalov Veselin BUL GM Svidler Peter RUS 3
7 GM Aronian Levon ARM GM Kramnik Vladimir RUS 4
Round 13              
                 
SNo.   Name FED Res.   Name FED SNo.
1 GM Andreikin Dmitry RUS GM Aronian Levon ARM 7
2 GM Karjakin Sergey RUS GM Anand Viswanathan IND 6
3 GM Svidler Peter RUS GM Mamedyarov Shakhriyar AZE 5
4 GM Kramnik Vladimir RUS GM Topalov Veselin BUL 8
Round 14              
                 
SNo.   Name FED Res.   Name FED SNo.
7 GM Aronian Levon ARM GM Karjakin Sergey RUS 2
6 GM Anand Viswanathan IND GM Svidler Peter RUS 3
5 GM Mamedyarov Shakhriyar AZE GM Kramnik Vladimir RUS 4
8 GM Topalov Veselin BUL GM Andreikin Dmitry RUS 1

 

AGGIORNAMENTO: Sito ufficiale: http://candidates2014.fide.com

L’era Carlsen é iniziata in ritardo? I problemi del ciclo per il titolo mondiale.

 

Lascia un commento


Hit Counter provided by Los Angeles SEO Company