topBanner

Khalid Talaini: “sono concentrato e teso. Andare a Londra una grande opportunità”.

LCB_Season Climax_Poster_AW_A3Mancano due giorni all’ultimo evento di scacchipugilato dell’anno in Europa: a Londra si gareggia sabato 13 dicembre e anche due atleti italiani saranno sul ring nell’evento Season Climax 2014. Dopo l’intervista di ieri fatta a uno di loro, Raffaele Nigro, è ora il turno dell’altro chessboxer FISP, Khalid Talaini, a essere intervistato e le domande sono pressapoco le stesse. Andiamo quindi a conoscere Khalid, atleta 25enne di Biella che ha iniziato la pratica agonistica quest’anno e che va a Londra a fare il suo esordio internazionale per maturare agonisticamente e fare un’esperienza importante per il suo percorso formativo, tecnico ed emotivo.

 

Ciao Khalid, ci racconti qualche cosa di te?

Ciao mi reputo un ragazzo solare e sempre allegro. Lavoro tutto il giorno come montatore e manutentore di macchine tessili e sfrutto il mio poco tempo libero per fare quello che più mi piace al mondo, ovvero fare sport! In particolare sono appassionato di arti marziali e da un po’ di tempo a questa parte seguo con molta attenzione lo scacchipugilato.

Come ti senti prima di questo incontro e quali sono le tue emozioni?

FISP-Khalid

Khalid al suo esordio a Milano il 24 aprile 2014.

Be sono sicuramente concentrato sul match ma anche molto teso. Andare a gareggiare a Londra per me è una opportunità importante.

Che cosa sai del tuo avversario?

Del mio avversario non so molto … so che come me è all’inizio di questa avventura e che si sta allenando molto per essere un buon chessboxer.

Come sei progredito come atleta da quando hai fatto il tuo esordio sul ring del 24 aprile a Milano?

Dopo l’incontro di Milano ho maturato altre esperienze: ho fatto dei match di Light Thai e sicuramente ho imparato a muovermi meglio sulla scacchiera.

Come ti sei preparato per questo match? com’é l’allenamento di un chessboxer?

In quest’ultimo periodo ho lavorato sodo per prepararmi atleticamente e mentalmente; non è per niente facile far conciliare le due componenti del chessboxing.

 

Quali saranno le strategie che potrai applicare in questa gara?

Cercherò di puntare sui miei punti di forza e poi vedremo man mano come si metterà l’incontro. Dovrò sapermi adattare alle circostanze e alle situazioni che si creeranno.

Chi ci sarà al tuo angolo a Londra?

Per questo evento a Londra ci sarà Igor, il figlio del maestro, mi fido molto di lui perché ha delle ottime  competenze in materia ed ha avuto modo di maturare tecnicamente stando vicino al padre.

Khalid nel ring esagonale a Milano. Foto di Marco Salami.

Khalid nel ring esagonale a Milano. Foto di Marco Salami.

Quali sono i traguardi che ti prefiggi in questa disciplina?

Spero onestamente di poter migliorare sempre di più e quindi prefiggermi traguardi importanti. Voglio impegnarmi e fare molti incontri.

C’é qualcuno che vuoi ringraziare in modo particolare?

Ringrazio ovviamente il mio maestro Elio Dottore… il miglior tecnico della nostra zona e grande esperto di arti marziali. Ringrazio anche tutti i miei compagni di palestra e amici che mi hanno supportato in quest’anno di allenamenti.

 

I tre incontri delle serata:

incontro clou: Karl Ouch  vs  Sascha “The Basher” Wandkowsky

James “Chelsea Chainsaw” Pope  vs  Raffaele Nigro

Gavin “Grievous Bodily Farmer”  vs  Khalid Talaini

 

Altri articoli correlati:

Intervista a Raffaele Nigro: Raffaele Nigro: “spero di essere ricordato come uno dei pionieri”. Intervista pre-match.

Presentazione dell’evento: Due italiani a Londra. Continuano i successi dello scacchipugilato nostrano.

 

 

 

 

Lascia un commento


Hit Counter provided by Los Angeles SEO Company