topBanner

L’Italia a XIII conquista l’ultima piazza per il Mondiale.

Lasciando a zero la Russia, l’Italia del rugby a XIII conquista il 14º e ultimo posto disponibile per la Coppa del Mondo 2017. A Leigh, nell’Inghiterra del nord-ovest, gli Azzurri superano nettamente la compagine russa per 76 a 0.

rugbyworldcup2017Questo tipo di risultati capita quando l’Italia schiera la “nazionale A”, composta per lo più da giocatori che militano in Australia, con l’aggiunta di altri militanti nei campionati inglesi e francesi. Ma nelle competizioni minori durante l’anno, l’Italia schiera invece la sua formazione B (niente “australiani” e alcuni degli “inglesi” e “francesi” oltre agli italiani) o formazione C (gli italiani con pochi degli “inglesi” e “francesi”). Ma si sa, in una competizione sportiva i risultati non sono mai scontati e ieri sera l’Italia ha dovuto affrontare la Russia con, sulle spalle, la tensione di rischiare di rimanere fuori dalla Coppa del Mondo 2017 che si gioca a partire dal 26 ottobre in Australia (soprattutto), Nuova Zelanda e Papua Nuova Guinea (3 partite), per un totale di 28 partite.

italialeague2016Ieri sera l’Italia dell’allenatore Cameron Ciraldo, non ha concesso spazi alla Russia. Seppur tra i 19 convocati, rimane fuori dai 17 che sono andati sul campo il noto giocatore di rugby a XV Mirko Bergamasco. La partita si è trasformata quasi in una passerella per i 17 giocatori che per circa tre settimane hanno rincorso questo importante obiettivo. Migliore in campo Terry Campese che gestisce in maniera impeccabile il gioco dell’Italia a XIII e dimostra sul campo di essere un vero e proprio leader. <<Sono entusiasta – commenta a caldo Orazio D’Arro, presidente della Federazione Italiana di Rugby League – i ragazzi hanno dimostrato sul campo di essere una grande squadra e hanno raggiunto un obiettivo molto importante. Ora abbiamo un anno per preparare al meglio la Coppa del Mondo 2017 e continuare a lavorare sul territorio per sviluppare il rugby League in Italia; ricordo che in Australia e Nuova Zelanda ci verrà anche la nazionale A [la seconda nazionale italiana, quella composta dai giocatori domestici e appena varata NdR], in un progetto di crescita che la FIRL ha messo in opera con alcune delle più importanti realtà dell’NRL. In ogni caso i miei complimenti vanno a questo gruppo di atleti e allo staff che ha lavorato incessantemente per tre lunghe settimane>>.

italia-league

 

Tabellini:

Russia 0

Italia 76

ITALIA LEAGUE:
Dean Parata (Blacktown), Patrik Ziliotti (Brianza Tigers), Joel Reithmuller (Cairns Brothers), Joe Tramontana (Canterbury Bulldogs), Jayden Walker (Cronulla Sharks), Terry Campese, (Hull KR), Giuseppe Pagani (Lions Brescia), Gavin Hiscox (Mackay Cutters), Gioele Celerino (Newcastle Thunder), Ryan Ghietti, Col Wilkie, Justin Castellaro (Northern Pride), Richard Lepori (Oldham Roughyeds), Mason Cerruto (Parramatta Eels), Shannon Wakeman (St George-Illawarra),  Brenden Santi (Townsville Blackhawks), Ryan Tramonte (Windsor Wolves), Chris Centrone (Wyong Roos), Mirco Bergamasco (unattached).

RUSSIA LEAGUE:
Viacheslav Eremin, Andrey Kuznetsov, (Dynamo), Kirill Kosharin (CSKA Moscow), Ivan Troitskii (Ivanovo White Sharks), Vadim Buryak, Leonid Kalinin, Maxim Tsinkovich (Lokomotiv Moscow), Petr Botnarash, Mikhail Burlutskii, Sergey Gaponov, Sergei Konstantinov, Aleksandr Lysokon, Maksim Suchkov, Denis Tiulenev, Vladimir Vlasyuk, Nikolai Zagoskin (Nara), Dmitry Bratko, Igor Chuprin, Vadim Fedchuk (Moscow Storm).

Articolo previo: Ultimo posto disponibile per il Mondiale 2017: l’Italia si affida a Mirko Bergamasco.

 

Lascia un commento


Hit Counter provided by Los Angeles SEO Company