topBanner

L’Italia viene sconfitta da Tonga e finisce l’avventura mondiale.

I sogni di approdare ai quarti di finale della Coppa del Mondo di Rugby a XIII si infrangono all’ultimo ostacolo: quello tongano. La squadra di Tonga, seppur fuori dal discorso qualificazione, entra in campo decisa a vincere e finire il girone C al secondo posto superando l’Italia, e così fanno.

Una partita molto bilanciata che vedeva le squadre al 40º ancora sullo 0 a 0 e con Tonga che calciava tra i pali una punizione proprio negli ultimi secondi del primo tempo; si andava negli spogliatoi sullo 0 a 2. Ma nella ripresa Tonga dilagava e l’Italia non riusciva a segnare alcun punto. In almeno quattro occasioni l’Italia é stata vicinissima alla meta, mancava solo qualche centimetro e, all’inizio della partita é stato l’arbitro fuori campo col video che ha negato un paio di mete agli azzurri.

La squadra italiana finisce comunque a testa alta quest’avventura mondiale. Già é stato un traguardo qualificarsi, per la prima volta, alla Coppa del Mondo, e poi un successo battere il Galles e pareggiare con la Scozia, oltre a vincere con l’Inghilterra nella partita pre-mondiale. Un successo anche potersi giocare ancora la promozione agli ottavi nell’ultima partita dei gironi C e D e la consapevolezza di potersela giocare con le migliori squadre europee, anche se rimangono ancora lontani i livelli di Australia e Nuova Zelanda.

Questa sera si gioca l’ultima partita, Francia-Samoa, dei quattro gruppi, prima che inizino i quarti di finale. Con i quarti vedremo delle partite maggiormente bilanciate che in altri casi di questi gironi eliminatori, forse a parte quelle tra Australia e USA e Nuova Zelanda e Scozia in cui le squadre dell’emisfero sud appaiono nettamente favorite.

 

Lascia un commento


Hit Counter provided by Los Angeles SEO Company