topBanner

Luca Moroni: a 17 anni Campione Italiano Assoluto di scacchi.

Il diciassettenne Luca Moroni diventa il secondo più giovane Campione Italiano Assoluto di scacchi anni nella storia; aveva fatto meglio di lui solo Fabiano Caruana, ora numero 2 al mondo e che gioca per la federazione USA, che vinse il massimo titolo italiano all’età di 15 anni.

Luca Moroni. Foto di SPQeR.

Luca Moroni. Foto di SPQeR.

Luca Moroni è originario, e vive, in Brianza, tuttora frequenta il liceo scientifico Ettore Majorana a Desio ma da anni è già un semi-professionista degli scacchi. A Cosenza ha dovuto battagliare con altri dieci tra i migliori giocatori italiani per spuntarla vincendo, da imbattuto, il 77º titolo nazionale con un punteggio di 7 punti su 10 partite, con una performance di 2635.

Il lombardo è stato vice campione del mondo under 16; e la sua carriera lo ha visto bruciare le tappe, almeno per quanto riguarda la progressione degli scacchisti nostrani: a tredici anni è diventato Maestro nazionale, tre anni più tardi conseguì il titolo di Maestro Internazionale e dallo scorso agosto si fregia del massimo titolo mondiale, quello di Grande Maestro Internazionale.

Quest’anno, tra ottobre e novembre, è stato il più brillante della nazionale azzurra all’Europeo a Squadre, dove ha fatto registrare una performance di 2713 punti elo e due anni fa stabiliva il record italiano di partite di scacchi giocate in simultanea di cui potete vedere un video più sotto.

È stato un campionato combattuto e vinto sul filo di lana: all’inizio dell’ultimo turno vi erano quattro giocatori – Moroni, Valsecchi, Stella eDvirnyy – appaiati a quota 6 punti, seguiti a mezzo punto dall’ex campione italiano Alberto David che, affrontando proprio uno dei battistrada, aveva la possibilità di far suo il titolo. In questa lotta a cinque, Moroni era l’unico che riusciva a vincere all’ultimo turno. Completano il podio Alessio Valsecchi (25 anni) e Andrea Stella (24 anni), che hanno pattato nell’ultimo turno, e conquistano, assieme al vincitore assoluto, l’accesso diretto alla finale del prossimo anno. Per il Maestro Internazionale Valsecchi vi è anche la seconda norma di Grande Maestro.

Tutti i primi tre giocatori provengono dalla Lombardia e, in passato, hanno partecipato più volte agli stages organizzati dal Comitato Regionale Lombardo della FSI, stages ideati da Valdo Eynard e il Maestro Internazionale Daniel Contin.

 

Quest’anno, a fianco della finale del Campionato Italiano Assoluto, si sono svolti anche il Campionato Italiano Femminile e il Campionato Italiano Under 20, entrambi con 8 giocatori, con la Federazione Scacchistica Italiana che ha investito per far in modo che i migliori atleti nazionali fossero incentivati a partecipare a tali finali.

Nell’Under 20, proprio all’ultimo turno Lorenzo Lodici vince lo scontro diretto con Valerio Carnicelli e, con 5½ su 7, conquista il titolo nazionale Under 20 e l’accesso alla finale CIA 2018. A Carnicelli va il titolo Under 18 e accede alla finale under 20 del 2018 assieme a Fulvio Zamengo che, condivide con lui il secondo-terzo posto con punti 4½.

Olga Zimina ai Campionati Italiani Femminili 2018. Foto: FSI.

Olga Zimina ai Campionati Italiani Femminili 2018. Foto: FSI.

Anche il titolo femminile ha riservato emozioni fino all’ultimo e sono stati necessari gli spareggi per assegnare il titolo. Il torneo ha visto la numero 1 del torneo, Olga Zimina procedere appaiata, sino al termine del V turno con la numero 2 Marina Brunello. Quest’ultima vinceva nel penultimo turno mentre la Zimina veniva fermata sul pareggio da Alessia Santeramo. All’ultimo turno la Zimina, coi pezzi neri, batteva Daniela Movileanu ma la Brunello non andava oltre il pareggio contro Elena Sedina. Le due migliori scacchiste italiane attuali terminavano, imbattute, con 6 punti su 7, il che portava agli spareggi a tempo rapido.

Dopo la vittoria del Nero in entrambi gli spareggi rapid, e la patta nel primo spareggio lampo, Olga Zimina vinceva per tempo il secondo spareggio lampo, conquistando il titolo di campionessa femminile.

La Zimina, Brunello e Santeramo si sono conquistate anche l’accesso diretto alla finale del prossimo anno. Il titolo Under 20 è stato conquistato dalla Santeramo mentre quello Under 18 a Desiree Di Benedetto.

Il premio per la più bella partita del CIA, intitolato alla memoria di Stefano Tatai, è stato assegnato ad Alessio Valsecchi per la partita Brunello – Valsecchi del primo turno.

Sito ufficiale: http://federscacchi.it/campionati/

 

Intervista con Luca Moroni in occasione del record di partite in simultanea:

 

 

Lascia un commento


Hit Counter provided by Los Angeles SEO Company