topBanner

Magnus Carlsen vince con un turno d’anticipo il Torneo TATA.

Un torneo di grande tradizione, nato nel 1938, che ha cambiato di città (due sedi) e di nome (tre i proprietari dell’acciaierie che lo sponsorizzano) ed un torneo che ha visto vincenti molte delle stelle del firmamento scacchistico degli ultimi 70 anni. Quest’anno viene vinto da Magnus Carlsen il quale aveva già vinto in solitaria nel 2010 e, ancor prima, nel 2008 arrivò parimerito con Aronian.

Oggi Magnus ha battuto Hikaru Nakamura in una partita che ha entusiasmato i presenti e gli appassionati. Gli stessi giocatori facevano capannello attorno alla scacchiera dei due. Magnus si dimostra freddo e preciso e non sbaglia nelle varie complicazioni. 9,5 punti su 12, spettacolare!

Foto di Tata Steel Chess Press

Magnus Carlsen. Foto di Tata Steel Chess Press

Vince anche Anand che batte L’Ami, l’indiano si riporta quindi a pari punti (8 punti) con Levon Aronian che patta la sua partita con Giri. Il podio dovrebbe quindi essere deciso. Leko e Karjakin, i due immediati inseguitori hanno 7 punti. La cinese Hou Yifan  vince la sua seconda partita del torneo battendo Sokolov.

L’ultima partita a finirsi nel gruppo A é proprio quella che vede il numero 5 al mondo, Fabiano Caruana stella nascente dell’élite scacchistica. É opposto a Van Wely, e questi si så ha la fama di essere molto pericoloso quando gioca coi pezzi bianchi. Difatti Caruana é presto costretto a difendersi, perde un pedone a cui segue un corto finale di Donna, Torre e pedoni in cui Fabiano non riesce a difendersi dalla rete di matto costruita da Van Wely.

Nel Torneo B grande battaglia, con molti giocatori a lottare ancora per le posizioni del podio, e per la vittoria. Rapport presto si avvantaggia su Timman e due pedoni di vantaggio in un finale di torre e pedoni sono sufficienti per far pensare al vecchio leone di abbandonare e, magari, risparmiare qualche energia per il turno di domani. Rapport quindi reprende in testa alla classifica Naiditsch e Movsesian che non vanno oltre al pareggio nelle loro partite.

Nel Gruppo C Peralta é rapidissimo a vincere: questo vuol dire che Sabino Brunello deve spingere per vincere la sua partita per mantenere il passo di Peralta in classifica. Questi due giocatori stanno dando spettacolo e si dimostrano nettamente superiori al resto. Sabino ci prova, sarà una partita lunga, il suo avversario Oleg Romanishin é una leggenda vivente degli scacchi del dopo guerra, lo abbiamo visto anche diverse volte impegnato nel Torneo di Capodanno di Reggio Emilia, ma a 61 anni, ed al XII turno della manifestazione Sabino può puntare, forse, su una maggiore freschezza. Il bergamasco riesce finalmente a guadagnare un pedone alla 50^ mossa (quando Romanishin é anche sotto pressione per mancanza di tempo sull’orologio) e mantiene un buon attacco e coordinazione dei propri pezzi. Otto mosse piü tardi Oleg abbandona e Sabino si porta anche lui a 10 punti su 12 come Peralta. Swinkels é terzo a 7,5.

Nei “dilettanti”, girone da dieci giocatori, Giuseppe Lettieri perde la sua partita opposto al capoclassifica Goudriaan che si garantisce il primo posto. Giuseppe vede quindi sfumare la possibilità di essere invitato al gruppo C del prossimo anno. Speriamo Giuseppe tenga il morale alto e termini con una buona partita domani che vale la seconda posizione in classifica.

Ultimo turno domani alle 12 (ultimo turno 1 ora e mezzo prima del solito). Potete seguire le partite live al seguente indirizzo: http://www.tatasteelchess.com/tournament/livegames

 

 

Lascia un commento


Hit Counter provided by Los Angeles SEO Company