topBanner

Rombaldoni sconfitto. In tre agli spareggi rapidi per lo scudetto.

Per fortuna che non tutti gli scacchisti si comportano ugualmente. L’ultimo turno iniziava con una rapidissima patta d’accordo, in sole 9 mosse, tra due giocatori che avevano la possibilità di vincere il titolo italiano ma che avevano mezzo punto da recuperare sul capoclassifica Axel Rombaldoni. Il pareggio tra loro, Alberto David e Danyyil Dvirnyy, gli dava buone possibilità di arrivare sul podio e, quindi, di qualificarsi anche per la finale del 2016 ma, certamente, non era una gran strategia se si puntava al titolo sia perché c’era il grosso rischio di non agguantare Rombaldoni, sia perché non si eliminava un avversario dall’eventuale spareggio tecnico. Poco dopo arrivava la seconda patta d’accordo, lunga solo due mosse in più, tra Michele Godena e Giulio Borgo, amici di vecchia data.

Ma per fortuna altri scacchisti si sono comportati diversamente e hanno deciso di giocare le proprie partite. Si assisteva quindi alla fine dei sogni tricolori di Luca Moroni che, seppur al comando dei pezzi bianchi, veniva sconfitto da Alessio Valsecchi, con quest’ultimo che termina il campionato con due vittorie.

Precedentemente era già terminata la Pier Luigi Basso Alessandro Bove, con la sconfitta del secondo in sole 23 mosse e con il primo che termina in quarta posizione, parimerito con Moroni, a pari punti anche con Daniele Vocaturo che sconfigge Fabrizio Bellia in una partita spagnola in cui il bianco ha costruito il successo sul lato di donna.

Danyyil Dvirnyy, per lui un rapido pareggio ci pezzi neri che, alla fine gli vale gli spareggi per il titolo italiano. Foto di SPQeR.

Danyyil Dvirnyy, per lui un rapido pareggio ci pezzi neri che, alla fine gli vale gli spareggi per il titolo italiano. Foto di SPQeR.

Rimaneva in gioco una sola partita, quella importante per il titolo finale, quella in cui Sabino Brunello aveva aperto di donna per giocare contro il capoclassifica Axel Rombaldoni. Visti gli altri risultati a Rombaldoni andava bene anche il pareggio per vincere il titolo, ma Sabino intende gli scacchi come lotta e sport e spingeva per portarsi a casa la partita. Una partita che durava qualche ora in più rispetto alle altre e che, infine, vedeva il bergamasco riuscire nel suo intento e terminare il campionato con una vittoria che lo porta, anche lui, al quarto posto parimerito.

La classifica vede quindi tre uomini al comando con 7 punti su 11 e, costoro, dovranno giocarsi gli spareggi rapidi per aggiudicarsi lo scudetto della 75ª edizione, un’edizione che ha visto la partecipazione di tutti gli scacchisti che si erano qualificati sul campo o per punteggio elo.

Si giocheranno gli spareggi rapidi: Axel Rombaldoni, Danyyil Dvirnyy e Alberto David, con il primo che ha terminato una lunga e difficile partita durata 60 mosse e quasi 6 ore di gioco, mentre i primi due hanno quasi avuto un giorno libero e saranno certamente più freschi.

 

Risultati dell’XI e ultimo turno:
Basso Pier Luigi – Bove Alessandro  1-0
Dvirnyy Danyyil – David Alberto  ½-½
Brunello Sabino – Rombaldoni Axel  1-0
Moroni Luca Jr – Valsecchi Alessio  0-1
Vocaturo Daniele – Bellia Fabrizio  1-0
Godena Michele – Borgo Giulio  ½-½

 

Classifica finale (prima degli spareggi) del 75º Campionato Italiano Assoluto:

Pos. Nome Punti S.B.
1 Dvirnyy, Danyyil 7 36,5
Rombaldoni, Axel 7 34,75
David, Alberto 7 33,75
4 Moroni, Luca Jr 34,5
Brunello, Sabino 6½ 32
Basso, Pier Luigi 6½ 31,25
Vocaturo, Daniele 6½ 30,75
8 Valsecchi, Alessio 5½ 27,5
9 Godena, Michele 5 25
10 Bellia, Fabrizio 4 20,75
11 Bove, Alessandro 2½ 12,5
12 Borgo, Giulio 2 9,25

 

Sito ufficiale dell’evento: http://www.federscacchi.it/cia2015/

Partite in diretta: https://www.premiumchess.net/ita/it/home/calendar/cia2015

 

X turno: Si rifà sotto David: sprint a quattro per il titolo.

IX turno: Luca Moroni batte Borgo: sua anche la norma di Grande Maestro.

VIII turno: Pier Luigi Basso e Luca Moroni: norma di M.I. su 11 turni. Fotografie.

VII turno: Rombaldoni stacca tutti, Dvirnyy raggiunge Moroni al secondo posto.

VI turno: Axel stacca tutti. Moroni conquista già il titolo di Maestro Internazionale.

V turno: Rombaldoni e Moroni staccano gli altri.

IV turno: Brunello vince e recupera i quattro di testa. Basso sconfigge Vocaturo.

III turno: Dvirnyy sconfigge Brunello. Salgono in vetta in quattro.

II turno: Renato De Donato fa la prima mossa al Campionato Italiano di scacchi. Sei pareggi. Fotografie

I turno: Sabino Brunello il primo a vincere al Campionato Italiano: sconfitto David.

Articolo di presentazione: I 12 finalisti al titolo italiano di scacchi 2015: ci sono tutti i migliori incluso Vocaturo.


Hit Counter provided by Los Angeles SEO Company