topBanner

Si aggiunge un secondo produttore per il film sul chessboxing. Tutte le novità.

Il film-documentario che il pubblico legato allo scacchipugilato, ma anche un pubblico più ampio, sta aspettando è Chessboxing: The King’s Discipline del regista canadese David Bitton. In questi ultimi giorni, vi è stato un importante sviluppo sul futuro del film (che è ora in fase di montaggio), confermato solo questa sera dallo stesso Bitton, di cui vi racconteremo a fine articolo; ma prima diamo informazioni riguardo alle ultime emozionanti evoluzioni relative al film.

David, poco più di un anno fa terminò la sua campagna fondi per poter terminare il progetto di portare nelle sale cinematografiche questo film documentario. In questo 2014 David è stato ancora a filmare a Los Angeles e, succesivamente, in Europa. Ha scelto, come prima tappa della sua tournée europea, proprio Milano (in occasione del primo evento di scacchipugilato in Italia che ha portato nel nostro paese i protagonisti mondiali del chessboxing), per poi proseguire il suo viaggio per Londra, Amsterdam e Berlino.

In queste tappe David ha fatto il punto sugli sviluppi dello scacchipugilato nel nostro continente, intervistando gli attori principali e, avendo anche l’occasione d’incontrare Jean-Louis “The Lawyer” Veenstra che, insieme a Iepe Rubingh, fu la persona che disputò il primo incontro al mondo di scacchipugilato, nel novembre 2003.

Jean-Louis ripercorre per David Bitton, al Paradiso di Amsterdam, come andarono le cose più di dieci anni prima. Foto di David Bitton.

Al Paradiso di Amsterdam, dove tutto iniziò: Jean-Louis ripercorre per David Bitton come andarono le cose più di dieci anni prima. Foto di David Bitton.

 

Con questo viaggio europeo, David ha raggiunto un totale di 300 ore di riprese fatte nel corso di quasi quattro anni, e ha ricevuto video appartenenti ai primi anni di vita dello scacchipugilato che ammontano ad un totale di oltre 120 ore. Cinquantacinque di queste ore, David ha dovuto trasferirle, durante la recente visita a Berlino, da nastri a digitale, lavorando anche durante le notti e mettendo la sveglia ogni ora per cambiare la cassetta e digitalizzare la prossima per fare tutto in tempo prima del suo volo di ritorno per il Canada!

Dopo essere rientrato in America, nei mesi recenti, David ha guardato tutte queste riprese effettuate e quelle d’archivio che gli hanno passato; ha già selezionato alcune delle scene più importanti da aggiungersi alle immagini che comporranno il suo documentario, che alla fine dovrebbe essere di soli 90 minuti.

Proprio qualche ora fa, David ha annunciato la grande novità (che ci aveva preannunciato qualche giorno fa): Chessboxing: The King’s Discipline ha un co-produttore: Yanick Létourneau, Presidente di Périphéria Productions di Montreal. Létourneau sè aggiunto alla Anonymous Pineapple Productions di David Bitton con l’intento di rendere il film-documentario ancora migliore, soprattutto puntando all’ottenere animazioni, musiche e immagini d’archivio da inserire nel film; queste hanno prezzi molto alti e Létourneau lavorerà per assicurarsi fondi per poterle aggiungere al film prima della sua conclusione.

Létourneau

David Bitton (a sinistra) e Yanick Létourneau in una simpatica foto che suggella la collaborazione.

 

Lascia un commento


Hit Counter provided by Los Angeles SEO Company