topBanner

Vittoria Benetton dopo quasi un anno. Disfatta Zebre.

Era il 20 febbraio 2015 quando la Benetton Treviso vinse l’ultima partita contro i Cardiff Blues e da allora sono state tutte sconfitte sino a questo pomeriggio quando la Benetton, allo Stadio Monigo, ha battuto sempre i Cardiff Blues. Si tratta della prima vittoria stagionale dei veneti, che arriva dopo 20 sconfitte consecutive in Pro 12. I Blues invece arrivavano da quattro vittorie consecutive in campionato.

A fine metå tempo Cardiff era in vantaggio per 6 a 7, ma terminava per 13 a 7, con una meta tecnica, poi trasformata, assegnata al Benetton nel secondo tempo. Una gioia per la squadra veneta ed i suoi tifosi che hanno trovato questa vittoria alla presenza di colui che tra pochi mesi sarå il nuovo tecnico, Kieran Crowley, arrivato in settimana per vedere alcune partite, come quella dell’Italia Under 20 di ieri sera, e gli allenamenti dei leoni trevigiani.

Leinster - Zebre Dominic Ryan e Marco Bortolami. Foto: INPHO/Donall Farmer.

Leinster – Zebre
Dominic Ryan e Marco Bortolami. Foto: INPHO/Donall Farmer.

E la giornata che ha segnato il ritorno alla vittoria della Benetton Treviso, segna una disfatta delle Zebre. Ieri sera i zebrati parmigiani sono stati sconfitti, a Dublino, dal Leinster per 52 a 0 in una partita in cui gli irlandesi hanno segnato 26 punti per tempo con un totale di 8 mete fatte.

In classifica le Zebre rimangono all’11º e penultimo posto a 18 punti mentre la Benetton Treviso sale a 11 punti. Le Zebre hanno una partita da recuperare (che sarà giocata l’8 di aprile) e, davanti a loro, vi sono i Dragoni di Newport con 22 punti.

 

Tabellini:

Guinness Pro 12 2015-16, Turno 14

Treviso, Stadio di Monigo

BENETTON TREVISO – CARDIFF BLUES  13 a 7
Sabato 13 febbraio, ore 13.30 – Stadio Monigo, Treviso
Treviso: 15 Jayden Hayward, 14 Ludovico Nitoglia, 13 Luca Morisi, 12 Alberto Sgarbi, 11 Tommaso Iannone, 10 Sam Christie, 9 Alberto Lucchese, 8 Dean Budd, 7 Marco Lazzaroni, 6 Andrea De Marchi, 5 Tom Palmer, 4 Filo Paulo, 3 Simone Ferrari, 2 Luca Bigi, 1 Alberto De Marchi
In panchina: 16 Federico Zani, 17 Matteo Muccignat, 18 Filippo Filippetto, 19 Jeff Montauriol, 20 Marco Barbini, 21 Chris Smylie, 22 Enrico Bacchin, 23 Angelo Esposito
Cardiff: 15 Rhys Patchell, 14 Blaine Scully, 13 Cory Allen, 12 Rey Lee-Lo, 11 Dan Fish, 10 Jarrod Evans, 9 Tavis Knoyle, 8 Manoa Vosawai, 7 Ellis Jenkins, 6 Josh Navidi, 5 James Down, 4 Jarrad Hoeata, 3 Salesi Ma’afu, 2 Kristian Dacey, 1 Thomas Davies
In panchina: 16 Ethan Lewis, 17 Bradley Thyer, 18 Taufa’ao Filise, 19 Lou Reed, 20 Macauley Cook, 21 Tomos Williams, 22 Garyn Smith, 23 Aled Summerhill
Arbitro: Dudley Phillips
Marcatori: 8′ cp. Hayward, 22′ cp. Hayward, 34′ m. Scully tr. Patchell, 47′ m.t. tr. Hayward.

 

Dublino (Irlanda), RDS Arena – 12 febbraio 2016

Leinster Vs Zebre Rugby  52 a 0 (p.t. 26 a 0)

Marcatori:  9’ m Triggs tr Nacewa (7-0); 18‘ m Nacewa tr Nacewa (14-0);  36’ m McGrath tr Nacewa (21-0); 38‘ m Byrne (26-0); s.t. 19’ m Murphy (31-0); 29‘ m Cronin tr Marsh (38-0); 32’ m Ringrose tr Marsh (45-0); 37‘ m Kelleher tr Marsh (52-0);

Leinster: Kirchner, Byrne, Ringrose, Te’o (8’ s.t .Reid), Nacewa (cap) (1’ s.t. Kelleher), Marsh, Boss (12’ McGrath L.); Murphy, Van der Flier, Ryan D. (13’ s.t. Leavy), Triggs (18’ s.t. Denton), Molony, Ross (3‘ s.t. Bent), Tracy (3‘ s.t. Cronin), Healy (19‘ s.t. Dooley) All.Cullen

Zebre Rugby: Beyers, Berryman, Boni, Pratichetti, Van Zyl (33’ s.t. Toniolatti), Azzolini (18’ s.t. Muliaina), Burgess; Cook (20’ s.t. Cristiano), Meyer (29‘ s.t. Ferrarini), Caffini (4’ s.t. Ruzza), Bortolami (cap), Koegelenberg, Roan (7’ s.t. Ceccarelli), Fabiani (32’ s.t. Coria), Postiglioni (7’ s.t. De Marchi, 21’ s.t. Postiglioni) All.Guidi

Arbitro: Ben Whitehouse (Welsh Rugby Union)

Assistenti: (entrambi Irish Rugby Football Union)

Calciatori: Nacewa (Leinster) 3/4, Marsh (Leinster) 3/4, Azzolini (Zebre Rugby) 0/1

Note: Cielo coperto. Temperatura 6°. Terreno in buone condizioni.

Guinness PRO12 Man of the match: Ringrose (Leinster)

Punti in classifica: Leinster 5, Zebre Rugby 0

Commento: Seconda trasferta irlandese stagionale per le Zebre che, dopo la gara di Parma persa 16-11 contro Munster due settimane fa, hanno affrontato il Leinster, quarta forza del Guinness PRO12 in piena lotta per un posto nei playoff mancati la scorsa stagione. La squadra di coach Cullen ha potuto riabbracciare i due nazionali Cronin e Van Der Flier mentre l’ala McFadden è stato costretto al forfait chiamato dall’Irlanda per la sfida di domani a Parigi. 16 dunque i nazionali indisponibili per i dubliners mentre le Zebre si sono presentate alla RDS Arena senza 12 nazionali convocati con l’Italia al RBS Sei Nazioni e diversi infortunati.

Tanto possesso nei primi 5 minuti di gioco per i padroni di casa che giocano una mischia in attacco: l’azione porta in meta la seconda linea Triggs che sfrutta il break di Ringrose per segnare la sua prima meta in maglia Leinster: capitan Nacewa trasforma. Le Zebre potrebbero accorciare dalla piazzola ma il primo piazzato ricevuto in ruck calciato dal permit player Azzolini va largo sulla destra da 25 metri. A metà tempo arriva la seconda meta irlandese: l’azione parte da una buona maul col giovane mediano Marsh che trova il varco. Le Zebre hanno difficoltà di gestione dell’ovale: possesso invece ben gestito dai trequarti di casa che dopo una maul avanzante portano in meta Nacewa. Ancora Leinster in avanti grazie al fallo conquistato dal flanker Van Der Flier che cattura un pallone calciato in aria entrando nei 22: i bianconeri difendono bene la touche-maul trovando il turnover e liberando la pressione. Il XV del Nord-Ovest prova a proporsi in avanti ma la giocata al piede vede l’ovale terminare a fondo campo col Leinster che ritorna nei 22 italiani sfruttando una rimessa non ottimale ma è brava la difesa italiana a rallentare il gioco irlandese. Un altro fallo a favore vede Marsh decidere per la rimessa nei 22: questa volta è il nuovo entrato McGrath a segnare dopo la spinta del drive di casa per il 21-0 al 35°. Leinster continua a mettere pressione alla difesa delle Zebre che capitola nuovamente a pochi minuti dall’intervallo con la meta di Byrne innescato da una pregevole azione di Marsh.

La ripresa vede le Zebre ricevere un fallo in attacco calciato nei 22 irlandesi per la rimessa. L’azione porta ad una mischia sui 15 metri che però vede il pack italiano ingaggiare anticipatamente. Continua ad attaccare il Leinster che sfrutta l’indisciplina italiana per guadagnare territorio: un fallo a favore in mischia porta alla rimessa nei 22 bianconeri. L’azione prosegue con il pack di casa ad ingaggiare ai 10 metri in posizione centrale. Il seguente multifase vede ancora sanzionata la linea difensiva dei bianconeri con Whitehouse che ferma il gioco per parlare con capitan Bortolami. La terza touche dell’azione vede determinata la difesa delle Zebre che trova la mischia a favore. Dopo la liberazione al piede é brava la retroguardia irlandese che contrattacca con Kelleher; l’ovale arriva a Murphy che va in meta. I bianconeri non riescono a rendersi pericolosi e si trovano a difendere nuovamente nei propri 22 con la mischia irlandese che procura il fallo calciato fuori ai 5 metri. Ancora molto attivo Murphy che innesca Kirchner; l’azione si sposta al largo dove a segnare è il pilone Cronin che poco dopo trova il break decisivo che porta in meta ancora i dubliners con Ringrose a dieci dal termine. L’abbrivio irlandese prosegue: Kelleher cattura un pallone alto sulla metà campo al 77° e supera la difesa italiana con la sua velocità al centro del campo segnando la meta numero 8. Le Zebre non riescono a sbloccare il proprio tabellino ed escono così sconfitte dalla RDS Arena: appuntamento tra due settimane a Parma per la gara di ritorno tra le due squadre.

Le impressioni dell’head coach delle Zebre Gianluca Guidi al termine del match :”E’ stata una serata storta dove Leinster ci ha dominato. Abbiamo faticato col gioco al piede subendo il contrattacco dell’abile linea di trequarti irlandese: con questo gioco tattico non si può competere. E’ un momento particolare della nostra stagione: lo sapevamo e non dobbiamo disunirci dato che finora abbiamo fatto bene. Dovremo analizzare la gara ed interrogarci, io per primo. Sabato prossimo avremo subito la possibilità di riscattarci contro Connacht capoclassifica del torneo. Siamo consci della distanza con le squadre di testa ma abbiamo tutto per recuperare il gap. Nelle difficoltà abbiamo sempre risposto positivamente: dobbiamo reagire subito e tornare in carreggiata. Stasera ho rivisto il pomeriggio di Cardiff di Ottobre: quella gara ci servì per rialzarci e sono sicuro che succederà di nuovo”.

Le Zebre si ritroveranno lunedì 15 Febbraio alla Cittadella del Rugby di Parma per preparare la sfida valida per il quindicesimo turno della Guinness PRO12: sabato 20 febbraio alle ore 17,30 il XV zebrato ospiterà la formazione irlandese del Connacht allo Stadio Lanfranchi di Parma.

 


Hit Counter provided by Los Angeles SEO Company