topBanner

Benetton e Zebre: la migliore stagione per le due squadre italiane. Il derby va ai trevigiani e un punto bonus per i parmensi.

Al Benetton Rugby va il primo dei due derby italiani di fine anno ma le Zebre Parma conquistano un altro punto in classifica. In Italia e all’estero ci si era abituati a trovare le Zebre come squadra che chiudeva la classifica: invece quest’anno le Zebre stanno macinando diversi punti e ne hanno ora 12 in classifica, dopo otto partite di campionato United Rugby Championship. I dodici punti sono frutto di una vittoria (contro gli Sharks il 10 novembre), un pareggio (contro Cardiff il 17 novembre) e ben sei punti bonus, di cui uno difensivo ottenuto oggi a Parma nel derby terminato per 24 a 31.

Le Zebre questo mese, nel secondo turno di Coppa Challenge, hanno addirittura vinto fuori casa sconfiggendo, allo Stadio Charles Mathon, l’Oyonnax Rugby; durante lo stesso turno il Benetton sconfiggeva l’USAP Perpignan riscattandosi della sconfitta in coppa in Galles contro gli Ospreys, squadra che aveva battuto in casa qualche giorno prima a Treviso in una partita di campionato (URC).

I trevigiani vogliono, per lo meno, arrivare alle semifinali in Coppa Challenge, cosa a loro riuscita la scorsa stagione e che ha significato un record assoluto per il rugby italiano. In campionato puntano invece a qualificarsi per i play-off cosa che gli è riuscita solo nella stagione 2018-19 quando furono sconfitti ai quarti di finale, per 15 a 13, dal Munster. Per onor di cronaca menzioniamo la vittoria nell’unica edizione mai disputata di Rainbow Cup vinta dal Benetton Treviso nel 2021.

Odogwu nello segnare una meta si è infortunato (foto: Benetton Rugby).

Con la vittoria odierna con tanto di bonus mete, e con sole tre partite di otto dell’ottava giornata disputate, la Benetton è momentaneamente terza in classifica e, con un altro derby italiano da disputarsi il 30 dicembre 2023, questa volta a Treviso, vede innalzarsi le possibilità di ottenere il passaggio ai play-off (passano le prime otto squadre di sedici) e, in aggiunta, la qualificazione alla Coppa Campioni (Champions Cup) del prossimo anno.
I trevigiani, in campionato, hanno perso solo una partita, ne hanno pareggiata una e vinte sei.

Per quanto riguarda le Zebre, a gennaio si giocheranno le proprie limitate possibilità di passaggio in Coppa e, inoltre, faranno in modo di arrivare il più in alto possibile in campionato dove, quest’anno, al momento, sono tredicesime in classifica con una partita in più rispetto agli Scarlets che hanno giocato una partita in meno. Più indietro in classifica gli Sharks sudafricani e i Dragons gallesi. Con la crisi di tutte e quattro le squadre regionali gallesi, le Zebre hanno finalmente la possibilità di togliersi questa nomea di ultimi della classe.

Grande Lorenzo Pani (foto Zebre Parma).

Se consideriamo che nella stagione 2015-15, quando le squadre erano ancora 12 e il campionato si chiamava Pro12, le due ultime squadre in classifica erano state Zebre, penultime con 24 punti, e Benetton Treviso ultima con 20 punti in 22 partite, possiamo vedere il gran progresso delle due squadre italiane. Solo fino a circa 13 mesi fa le Zebre avevano perso 28 gare consecutive e non avevano vinto una partita in 19 mesi. Ora sono quasi sempre competitive, perdendo di pochi punti diverse partite, a volte essendo superate solo verso la fine della partita o, addirittura capaci di provare una rimonta finale e, quindi, avendo spesso una tenuta fisica per tutti e gli 80 minuti.

Se aggiungiamo che sia a Treviso e sia a Parma stiamo assistendo a numeri record di spettatori, potremmo intravedere un avanzamento del movimento rugby in Italia. Altra nota positiva per il movimento azzurro, in questa gara, è stato il rientro in gara di Tommaso Menoncello, 21enne azzurro che ha perso i Campionati Mondiali per via di un infortunio, che è rientrato segnando una meta ed essendo stato scelto come Man of the Match. Una meta ed una grande partita anche per Lorenzo Pani, delle Zebre, che forse avrebbe potuto segnarne un’altra allo scadere ma, poiché le Zebre avevano bisogno di una meta trasformata per fare il punto bonus, ha preferito accentrarsi anziché spingere verso la line di meta in posizione laterale: a seguito dell’azione, la squadra effettivamente segnerà la meta del punto bonus.

Video dei momenti salienti:

Tabellino:

Parma (Italia), 23 dicembre 2023
BKT United Rugby Championship 2023-24, 8ª giornata

Zebre Parma – Benetton Rugby 24-31 (primo tempo 10-21)

Marcatori: 3’ m. Pani tr Prisciantelli (7-0), 10’ cp Prisciantelli (10-0), 13’ m. Bernasconi tr Umaga (10-7), 26’ m. Menoncello tr Umaga (10-14), 38’ m. Umaga tr Umaga (10-21); s.t. 44’ m. Odogwu tr Umaga (10-28), 62’ m. Bianchi tr Prisciantelli (17-28), 77’ cp Umaga (17-31), 80’ m. Krumov tr Prisciantelli (24-31).

Zebre Parma: Pani, Bruno, Paea (57’ Morisi), Lucchin, Gesi (57’ Montemauri), Prisciantelli (Cap), Garcia (53’ Fusco), Ruggeri (55’ Bianchi), Ferrari, Volpi, Zambonin, Sisi (60’ Krumov), Pitinari (49’ Nocera), Manfredi (49’ Bigi), Fischetti (37’ Rizzoli, 40’ Fischetti, 63’ Rizzoli); All. Roselli.

Benetton Rugby: Smtih, Odogwu (46’ Padovani), Menoncello (57’ Marin), Fekitoa, Ratave, Umaga, Uren (51’ Garbisi), Halafihi (65’ Time-Stowers), Lamaro (Cap), Izekor, Ruzza (43’ Favretto), Iachizzi, Zilocchi (60’ Pasquali), Bernasconi (47’ Maile), Spagnolo (51’ Gallo); All. Bortolami.

Arbitro: Filippo Russo (Federazione Italiana Rugby)
Assistenti: Andrea Piardi (Federazione Italiana Rugby) e Gianluca Gnecchi (Federazione Italiana Rugby)
TMO: Matteo Liperini (Federazione Italiana Rugby).

Calciatori: Geronimo Prisciantelli (Zebre Parma) 4/4; Jacob Umaga (Benetton Rugby) 5/5
Cartellini: 43’ cartellino giallo a Gonzalo Garcia (Zebre Parma); al 51’ cartellino giallo a Toa Halafihi (Benetton Rugby); 80’ cartellino giallo a Siua Maile (Benetton Rugby)
Player of the match: Tommaso Menoncello (Benetton Rugby)
Punti in classifica: Zebre Parma 1, Benetton Rugby 5.

Note: Cielo sereno. Temperatura 16°. Terreno in buone condizioni. Spettatori 4.700.

Lascia un commento