topBanner

La Benetton, in massa in nazionale, vince in coppa.

Allo stadio Monigo, ieri sera, la Benetton Rugby ha battuto i Dragons per 23 a 9 nella partita valida per il terzo turno (ma seconda partita per i trevigiani) della Challenge Cup. La squadra veneta che ora è l’ossatura della Nazionale Italiana: su 33 convocati per la preparazione in vista dei primi due turni del Torneo delle Sei Nazioni, sono stati convocati 23 giocatori biancoverdi (di cui uno co-tesserato per il Rovigo), cinque zebrati (di cui uno co-tesserato per le Fiamme Oro) e altri cinque provenienti dai campionati francesi e inglese. Nella partita di ieri, tra i 23 della formazione trevigiana, hanno trovato spazio anche giocatori che quest’anno hanno avuto meno occasione di giocare (incluso l’esordio di Filippo Drago): il Benetton Rugby si sta preparando per affrontare partite di campionato (United Rugby Championship), il 28 gennaio e il 12 e 26 febbraio, poi ancora il 5 marzo (ed eventuali recuperi a marzo?), in cui gli mancheranno in rosa molti dei convocati azzurri (qualcuno dovrebbe essere rilasciato al club per essere messo in formazione).

Questa vittoria fa sì che la Benetton si ritrovi ora con una vittoria e una sconfitta nelle due partite giocate nella Challenge Cup 2021-2022. Nella prossima partita, il 21 gennaio, contro il Lyon Olympique Universitaire Rugby (LOU) la squadra veneta continua a giocare con la possibilità di accesso alla fase dei play-off della Challenge Cup: sarà una partita da giocarsi come fosse come una finale. Dovesse riuscire a vincere, la Benetton dovrà poi giocare e vincere un’altra partita, il finesettimana 8-10 aprile, contro l’Usap Rugby (Union Sportive Arlequins Perpignanais) ma il grande scoglio per la qualificazione, e avversari diretti in classifica, è proprio il LOU che, nel Top 14, è al momento quarta-quinta in classifica ad un solo punto dalla seconda (seppur qualche altra squadra deve ancora giocare una partita); mentre l’USA Perpignan invece si trova all’11 posto (con due squadre sotto in classifica che devono giocare/recuperare ancora uno e tre turni rispettivamente).

Il Lyon Olympique ha vinto tre partite su tre ed è matematicamente qualificato; si qualificano le prime tre di ogn’uno dei tre gironi (di cinque squadre) più una decima squadra che risulti la migliore quarta. Chissà che in vista dell’incontro con i veneti, il Lyon, già qualificato, faccia giocare dei giocatori che in questa stagione hanno avuto meno spazio visto che in campionato (Top 14) lotta per le posizioni di testa.

 

 

Lascia un commento