topBanner

La squalifica viene ridotta. Sergio Parisse in campo contro Inghilterra e Irlanda. Ma é obbligato a fare l’arbitro.

L’ottimismo paventato a inizio settimana dallo staff azzurro é stato confermato questo pomeriggio: la commissione presieduta da Gilbert Chevrier ha deciso che la squalifica a Sergio Parisse é stata ridotta. Il giocatore ritorna disponibile a giocare partite ufficiali di rugby a partire da questo sabato e, la partita di Roma con l’Inghilterra é domenica. Brunel terrà quindi il posto per Sergio come numero 8 e, si presume, anche come capitano.

Inoltre, il motivo della squalifica é stato cambiato in: “mancanza ai doveri di capitano” e non per aver insultato l’arbitro com’era stato deciso precedentemente. Gli altri 20 giorni di squalifica non sono stati abbonati ma commutati in “lavori d’interesse generale” da effettuarsi durante l’anno il che includerà seguire uno stage sull’arbitraggio e passare un esame alla fine di esso, arbitrare tre partite nelle categorie Under 19 o Under 17 e partecipare a due tornei giovanili nella regione di Ile-de-France. Se non manterrà queste condizioni, verrà squalificato per i 20 giorni rimanenti e per ora commutati.

 

Il stringato comunicato FIR:

Roma – Il Manager della Squadra Nazionale Luigi Troiani ha rilasciato oggi la seguente dichiarazione: “Apprendiamo con soddisfazione la notizia che la squalifica di Sergio Parisse è stata ridotta a venti giorni e che, dunque, il giocatore sarà disponibile per le prossime due giornate dell’RBS 6 Nazioni. Sergio è un elemento importante per questo gruppo e non possiamo che essere felici di poterlo mettere a disposizione del CT Brunel per le partite contro Inghilterra ed Irlanda”.

Sergio Parisse (Stade Francais, 93 caps) è stato convocato dal CT Brunel per le ultime due giornate dell’RBS 6 Nazioni e questa sera si aggregherà alla Squadra Nazionale in raduno presso il Centro di Preparazione Olimpica “Giulio Onesti” di Roma.

 

 

Lascia un commento