topBanner

Le Fiamme Oro perdono un neozelandese e lo sostituiscono con un samoano.

Meno di 24 ore fa le Fiamme Oro Rugby comunicavano la seguente notizia:

Da oggi il giocatore Tom Halse non fa più parte della rosa delle Fiamme Oro Rugby. La Società e il mediano di apertura neozelandese hanno deciso di comune accordo di interrompere la collaborazione iniziata ad agosto del 2015.

Le Fiamme Oro Rugby ringraziano Tom Halse per il periodo passato in maglia cremisi e gli augurano i migliori successi per il prosieguo della propria carriera.

E stamani è arrivata la notizia di un sostituto internazionale:SamoaFiamme

Dopo il periodo di preparazione pre-Mondiale effettuato dalla Nazionale di Samoa presso il centro sportivo delle Fiamme a Ponte Galeria, i dirigenti del XV del Pacifico avevano espresso il desiderio di portare alcuni giocatori in Italia per una esperienza rugbistica europea. Tenendo fede alla promessa fatta lo scorso settembre, e grazie agli ottimi rapporti tra Le Fiamme Oro Rugby e la rappresentanza diplomatica samoana in Italia, da oggi un nuovo giocatore è a disposizione dello staff tecnico cremisi.

Si tratta di Patrick Fa’apale, ala-estremo di 179 cm per 90 kg, classe 1991, con all’attivo 7 caps in Nazionale (con la quale ha segnato 20 punti) e la partecipazione all’ultimo Rugby World Championship in Inghilterra. Fa’apale si è già unito ai nuovi compagni e già da oggi sarà a disposizione dei tecnici per il primo allenamento sul sintetico della Caserma “S. Gelsomini”.

“Avevamo visto Patrick nel periodo in cui si è allenato con la sua Nazionale qui da noi e da subito ci aveva impressionato per le notevoli qualità fisiche e tecniche – ha dichiarato il direttore sportivo delle Fiamme, Claudio Gaudiello – Sicuramente metterà a disposizione della squadra la grande esperienza internazionale che ha maturato, nonostante la giovane età, e che a noi serve per continuare quel processo di crescita che abbiamo iniziato tempo fa. Devo ringraziare la rappresentanza diplomatica di Samoa in Italia, nella persona del console Giovanni Caffarelli, la cui collaborazione è stata particolarmente preziosa per portare a termine l’operazione”.

Lascia un commento