topBanner

L’Inghilterra arresta l’assalto italiano: 18-11.

L’Italia gioca una grande partita ed in particolare un grandissimo secondo tempo. Alla fine Andrea Masi é scelto come “man of the match”, il migliore in campo. Ma l’Italia non ce la fa a recuperare e l’Inghilterra vince per 18-11. Peccato per un arbitraggio, soprattutto nel primo tempo, che ha penalizzato l’Italia. Proprio in una azione in cui gli italiani si erano portati ai 5 metri dalla meta, l’arbitro fischia un avanti per l’Italia, contro il parere dello stesso assistente arbitro; questa é solo una delle varie decisioni prese che poi hanno influito sull’andamento della partita.

L’Italia metta a segno, con McLean, l’unica meta dell’incontro; per l’Inghilterra una sola meta nelle ultime due partite giocate, questo dovrebbe preoccupare un po’ in vista della partita di sabato a Cardiff essendo la squadra gallese solitamente bene disciplinata e non concedendo tante punizioni.

L’Inghilterra prosegue nel suo cammino verso il Grande Slam, l’Italia fa una prestazione convincente per affrontare con la giusta concentrazione la partita contro l’Irlanda sabato prossimo. Vincendo si porterebbe per lo meno in quarta posizione, se non addirittura terza, che sarebbe il miglior piazzamento di sempre in un Sei Nazioni per la squadra azzurra.

Si aspetta di conoscere il bollettino medico, per esempio Castrogiovanni ha dovuto lasciare il campo nel primo tempo per un infortunio. L’Italia ha meno di sei giorni per recuperare e preparare la prossima partita.

RBS 6 Nazioni 2013, Londra, 10-03-2013, Inghilterra v Italia

 

Il comunicato FIR:

Twickenham (Inghilterra) – Alla fine, l’Italrugby esce con l’amaro in bocca da Twickenham: una meta a zero per gli Azzurri contro la capolista, per la prima volta gli uomini in bianco non varcano mai la linea avversaria, ma successo finale per la squadra di casa lanciata verso il Grande Slam.

Battuti per 18-11 dagli inglesi, che centrano la quarta vittoria di fila nell’RBS 6 Nazioni 2013, gli uomini di Brunel lasciano il prato della fortezza del XV allenato da Stuart Lancaster dopo aver offerto una prestazione analoga a quella del vittorioso esordio nel Torneo contro la Francia.

Questo il tabellino: 

Twickenham, Twickenham Stadium – domenica 10 marzo

RBS 6 Nazioni, IV giornata

Inghilterra v Italia 18-11

Marcatori: p.t. 2’ cp. Flood (3-0); 15’ cp. Flood (6-0); 17’ cp. Orquera (6-3); 37’ cp. Flood (9-3); 40’ cp. Flood (12-3); s.t. 4’ cp. Flood (15-3); 7’ cp. Orquera (15-6); 9’ m. McLean (15-11); 22’ cp. Flood (18-11)

Inghilterra: Goode; Ashton, Tuilagi M., Barritt (26’ st. Twelvetrees), Brown; Flood, Care (17’ st. Youngs B.); Wood, Robshaw (cap), Haskell (10’ st. Croft); Parling (6’ st. Lawes), Launchbury; Cole, Youngs T. (31’ st. Hartley), Vunipola M. (17’ Marler)

all. Lancaster

Italia: Masi (35’ pt. – 1’st. Botes); Venditti, Canale G., Garcia, McLean (31’ st. Benvenuti T.); Orquera, Gori (17’ st. Botes); Parisse (cap), Barbieri R. (22’ st. Favaro), Zanni; Furno (22’ st. Minto), Geldenhuys (22’ st. Pavanello A.); Castrogiovanni (29’ pt. Cittadini), Ghiraldini L. (18’ st. Giazzon), De Marchi Al. (35’ st. Lo Cicero)

all. Brunel

arb. Clancy (Irlanda)

g.d.l. Owens (Galles), Raynal (Francia)

TMO: McDowell (Irlanda)

Calciatori: Flood (Inghilterra) 6/6, Orquera (Italia) 2/4

Cartellini: 31’ pt. giallo Gori (Italia)

Note: 81.548 spettatori. Giornata fredda, terreno in ottime condizioni. Record di presenze in Nazionale per Andrea Lo Cicero, 102 caps, supera Alessandro Troncon.

 

 

Lascia un commento