topBanner

Kasparov sconfitto da Nepo che sale in vetta.

Prima sconfitta di Garry Kasparov al torneo Saint Louis Rapid & Blitz ad opera del russo Ian Nepomniachtchi. Ma andiamo con ordine: dopo la prima giornata in cui il veterano, che ai suoi tempi veniva anche soprannominato l’Orco di Baku, ha pareggiato tutti e tre gli incontri, nel quarto turno ha affrontato, con i pezzi neri, il Grande Maestro Levon Aronian: Kasparov riusciva ad andare in vantaggio di un pedone in un finale di cavallo e pedoni e, anche dovuto alla mancanza di tempo sull’orologio, mancava la vittoria in una partita che finiva patta.

StL2017Il russo ha finora mostrato di giocar bene ma risulta più lento dei suo avversari nel fare le mosse. E nella quinta partita Kasparov affrontava, coi bianchi, il connazionale Ian Nepomniachtchi. L’ex Campione del Mondo cercava di muovere più rapidamente in questa partita e, come aveva fatto sapere su Twitter il giorno prima, giocava effettivamente più aggressivo: iniziava giocando avanzando il pedone di donna di due passi e, contro il fianchetto sul lato di re avversario, alla quinta mossa, Garry già giocava h4, portando il pedone di torre verso l’ala di re nemica. Questo faceva riflettere il solitamente velocissimo Nepomniachtchi, solitamente chiamato Nepo, che si trovava, solo 5 mosse più tardi a dover ritirare l’alfiere in f8 essendo arrivato il pedone bianco sino in h6.

Nella continuazione della partita, che si è giocata sul filo dell’equilibrio tra i due giocatori, sarà proprio questo pedone a cadere preda della regina nera, con Kasparov che mancava la linea corretta per compensare il pedone di svantaggio. Qualche mossa più tardi il nero irrompeva distruggendo le difese dell’arrocco bianco e Kasparov abbandonava dopo la 37ª mossa del nero e se ne andava visibilmente infastidito.

Anand vs Kasparov 2017All’inizio del turno sucessivo, quando affrontava Viswanathan Anand coi pezzi neri Garry, si vedeva dalla diretta video, stava ancora rimuginando sulla sconfitta precedente. Questi due giocatori, per lungo tempo, sono stati il numero 1 e 2 (o 3) del mondo e, tra loro, nel 1995 hanno anche giocato una finale mondiale che fu vinta con facilità da Kasparov, sebbene fosse stato Anand il primo a passare in vantaggio in quella sfida.

La sfida tra i due più anziani del torneo terminava in un finale di alfieri di colore contrario e pedoni che veniva accordata patta alla 31ª mossa. Garry quindi concludeva le prime due giornate di torneo con cinque pareggi ed una sconfitta e, lui lo sa, sarà proprio questa sconfitta quella che farà più notizia.

Qualche nota sugli altri: ha destato ammirazione e sorpresa la vittoria di Fabiano Caruana su Lenier Dominguez al quinto turno: in un finale di torre e pochi pedoni, in cui l’italiano era entrato con un pedone in meno, Caruana sfruttando anche la posizione non sicura del re avversario, riusciva addirittura a vincere il finale. Il turno precedente, l’italo-americano aveva mancato la vittoria contro Hikaru Nakamura sbagliando alla 90ª mossa, quando non catturava un alfiere nero sulla prima traversa. Nel sesto turno Caruana veniva poi battuto da Levon Aronian.

Il settimo turno, e a seguire l’ottavo e nono, saranno giocati questa sera (ora italiana) sempre alle ore 20,00 e possono essere seguite sul sito ufficiale (vedi link più sotto) oppure su chess24.

Classifica dopo 6 turni:

ClassificaDay2

 

Sito ufficiale: http://grandchesstour.org

Articolo precedente: Garry Kasparov torna e tiene contro i migliori del mondo.

2 commenti

  1. Andrea scrive:

    Scusate ma Caruana anche se il cognome è italiano non è italiano non è stato mai italiano e non sarà mai italiano visto che non parla neanche l’italiano 🙂

    • SPQeR scrive:

      Andrea, qui noi scriviamo di FATTI: Caruana ha cittadinanza italiana, e’ quindi italiano – FATTO.
      Il resto sono disquisizioni fatte da gente che non si basa sui fatti e hanno altre motivazioni.
      Termino aggiungendo che Caruana ha giocato per diversi anni rappresentando la Federazione Scacchistica Italiana, incluso facendo parte delle squadre nazionali e, le assicuro che parla italiano: io stesso ho parlato con lui anche in italiano (abbiamo parlato tra di noi anche in inglese).

Lascia un commento


Hit Counter provided by Los Angeles SEO Company