topBanner

Presentato il Sei Nazioni: 26 telecamere per Sky Sport.

Questo meriggio si è tenuta la conferenza stampa sul lancio del Torneo Sei Nazioni 2024 alla presenza dei vertici istituzionali di Sky e FIR. Si tratta della 25a edizione da quando il torneo di rugby per nazioni più antico al mondo si è allargato includendo la nazionale italiana.

In un momento in cui le due migliori squadre di rugby italiano, Benetton e Zebre, stanno facendo meglio che mai, e in un momento in cui delle nuove figure si sono inserite nello staff tecnico dell’Italia, a partire dal capo allenatore Gonzalo Quesada, le aspettative nei confronti della nazionale azzurra sono alte. Dopo i Mondiali in Francia 2023 che hanno attirato più pubblico che mai, questo è anche il momento in cui è in uscita su Netflix la serie televisiva sul Sei Nazioni e questo torneo sarà più conosciuto che mai nel mondo.

Presentazione del Sei Nazioni 2024 negli studi Sky. Fotografie di SPQeR.

Francesco Pierantozzi ha annunciato che quest’anno saranno impegnate ben 26 telecamere per le dirette del Sei Nazioni. Proprio lui, assieme all’ex capitano azzurro Andrea De Rossi, sarà il telecronista delle partite dell’Italia nel Torneo per Sky Sport e, in chiaro, per TV8. Oltre al Torneo Maschile, Sky seguirà in diretta anche il Sei Nazioni U20 e il Guinness Sei Nazioni Femminile.

In studio o da remoto si sono avvicendati per fare i loro saluti e dare il loro apporto: l’Executive VicePresident Marzio Perrelli, il Presidente della Federazione Italiana Rugby Marzio Innocenti, il Presidente di Sport&Salute Marco Mezzaroma, l’Assessore allo Sport, Moda e Grandi Eventi del Comune di Roma Alessandro Onorato, il commentatore televisivo, ex stella della nazionale italiana Diego Dominguez, il C.T. Gonzalo Quesada e il capitano della nazionale italiana Michele Lamaro.

Considerando anche la presenza di alcuni infortuni, Quesada ha parlato dell’opportunità, in questa prima lista di 34 giocatori, di dare spazio ad qualche giovane per farlo entrare nel giro azzurro e, allo stesso tempo, darsi l’opportunità di valutarli da vicino. Già prevede che le prossime due liste che verranno diramate nel corso del Sei Nazioni saranno un po’ diverse, includendo alcuni degli attuali infortunati.

 

Galleria fotografica di SPQeR:

L’intera conferenza stampa può essere vista qui:

Lascia un commento