topBanner

Record storico coppe europee: Benetton e Zebre agli ottavi di finale!

I sudafricani Sharks battono i gallesi Dragons e questo fa sì che le Zebre Parma rimangano in quarta posizione del girone 1 conquistando l’ultima piazza per gli ottavi di finale. Con il Benetton Rugby che ieri si è aggiudicato il primo posto nel girone 2, sono quindi due le squadre italiane qualificate alla fase ad eliminazione nelle coppe europee. Che poi, con l’inclusione di cinque squadre sudafricane, solo “europee” oramai non lo sono più e hanno inalzato notevolmente il livello della competizione.

Si tratta di un record per il rugby italico: solo in una precedente occasione abbiamo avuto due squadre qualificate agli ottavi di finale della Coppa Challenge: la prima volta fu nella stagione 2020-2021. In tale occasione le Zebre uscirono agli ottavi per mano di Bath e i bianconeri che batterono l’Agen qualificandosi ai quarti e poi uscirono sconfitti dal Montpellier che vinse infine la Coppa. Ma quella fu la prima stagione funestata dal covid e le Zebre si qualificarono giocandoselo due partite di girone (una pareggiata e una vinta); in aggiunta fu una stagione funestata da quarantene, positività al covid dei giocatori, limitazioni negli spostamenti tra paese e paese.

La qualificazione dei parmensi, in questo 2024, dà la possibilità al movimento rugbistico italiano anche di avere delle maggiori entrate (i proventi di giocare gli ottavi di finale e, potenzialmente qualcosa in più dagli sponsor) per la squadra parmigiana (e la FIR) che possono essere reinvestite nel movimento del rugby nostrano. L’aver tolto il quarto posto ai Dragons sottolinea ancor di più la crisi, almeno a livello di squadre regionali ma anche di federazione, che sta attraversando il Galles. I celti punteranno ora tutto sul Sei Nazioni: una campagna di successo dei dragoni rossi cancellerebbe, almeno momentaneamente, le crepe che si vedono nel sistema di franchigie regionali utilizzato in Galles.

Foto di repertorio: proprio Zebre vs Dragons.

Le Zebre ora saranno abbinate, giocando fuoricasa, a quella che risulta come la migliore squadra della Challenge Cup dopo la fase a gironi. Si tratta proprio dei Sharks che hanno giocato nello stesso girone dei parmigiani.
I trevigiani invece giocheranno in casa contro i Lions e, sognano, di almeno eguagliare, se non addirittura fare meglio, della semifinale giocata la stagione passata. Se battessero i sudafricani, giocherebbero anche i quarti in casa.
Per i veneti si tratta del quarto anno consecutivo dell’aversi qualificati alla fase eliminatoria della Challenge Cup. Visto come stanno andando in campionato quest’anno, secondi in classifica dopo nove giornate, i trevigiani sognano di tornare a giocare in Coppa Campioni nella prossima stagione.

Delle 16 squadre approdate alla fase ad eliminazione diretta sono 5 le francesi, 3 le sudafricane, 2 le inglesi come anche le irlandesi e le italiane, una scozzese e una gallese gli Ospreys. Questi sono l’unica squadra gallese, di quattro, che rimane ancora in competizione nelle due coppe europee, Coppa Campioni inclusa.

I gallesi Dragons e Scarlets oltre a Oyonnax, Newcastle, Perpignan e Black Lion sono fuori dalla competizione essendosi classificati al quinto e sesto posto dei rispettivi gironi. Connacht, Ulster, Bayonne e Sale scendono invece dalla Coppa Campioni (Investec Champions Cup) aggregandosi agli ottavi di Challenge.

Lascia un commento