topBanner

Usyk sconfigge ancora Joshua; lo sconfitto prende due cinture e le butta fuori dal ring.

A Gedda, Oleksandr Usyk sconfigge per la seconda volta, Antony Joshua nella finale valida per il titolo mondiale dei pesi massimi: IBO, WBA, IBF e WBO oltre, questa volta, anche la cintura di The Ring Magazine. Dopo la lettura dei verdetti si è assistito a un furioso Joshua che è stato contenuto dalle persone facenti parti del suo entourage, ha preso due delle cinture e gettate o “fatte cadere” fuori dal ring, se n’è andato via presto dal ring per poi fare dietro front e ritornanrci, non mancando di prendere possesso del microfono prima che il vincitore potesse parlare.

È stata una vittoria ai punti con decisione a maggioranza seppur per il pugile ucraino si è trattato di una vittoria meritata, nonostante un giudice abbia dato due punti di vantaggio allo sfidante britannico; questi i cartellini dei tre giudici: 113-115, 115-113, 116-112. Lo sconfitto Antony Joshua, nella conferenza stampa post-incontro, si dice “turbato” per la sconfitta e scoppia in lacrime, poi dichiara che non smetterà di combattere.

Usyk e Joshua. Foto: WBA / Matchroom Boxing.

Un finale di incontro molto intenso: nel nono round Joshua dava tutto e sembrava aver messo in difficoltà Usyk, ma potrebbe anche essere che era un colpo di genio dell’ucraino che voleva far andare in riserva l’inglese: difatti il decimo round era apannaggio del campione in carica che finiva così, brillantemente, un incontro molto ben combattuto.

Ora per Usyk si apre la possibilità di unificare le cinture, manca quella più prestigiosa, quella verde della WBC. Tyson Fury, che aveva dichiarato che si ritirava (e proprio per questo ha perso la sua cintura The Ring Magazine) ha già commentato sui social che lui spazzerebbe entrambi, Usyk e Joshua, uno dopo l’altro nella stessa sera e termina dicendo che “il Gypsy King è qui per rimanere per sempre”.

Lo stesso ucraino, dopo il combattimento ha detto di voler combattere con Tyson Fury: si aprono le porte a un incontro stellare che la categoria dei pesi massimi aspetta da molto tempo.

Per Antony Joshua invece si tratta della terza sconfitta in carriera e deve ricostruirsi una certa credibilità prima di poter avere un’altra possibilità per un titolo mondiale delle cinque principali sigle. Per lui si potrebbe presupporre un qualche incontro in cui affronta un altro pugile britannico, in una categoria di peso in cui, tra i migliori 12 al mondo, vi sono ben cinque altri britannici in aggiunta agli stessi Fury e Joshua: Joe Joyoe, Dillian Whyte, Derek Chisora, Hughie Fury e Daniel Dubois.

Articolo previo: Cinque cinture in palio per i massimi Usyk e Joshua. In chiaro in Ucraina.

Lascia un commento