topBanner

A Bratto Sulava vince su Antal. Aghayev diventa MI.

Un Festival Internazionale Scacchistico che riesce ad invertire la tendenza al ribasso nel numero dei giocatori registratasi negli ultimi anni: Bratto fa registrare 164 partecipanti suddivisi nei tornei: Magistrale, Open A, B, C, e Under 16. Durante il festival, svoltosi dal 20 al 28 agosto 2016, si sono giocati anche quattro tornei serali oltre alla solita offerta di cinque lezioni mattutine dei grandi maestri e la novità delle lezioni, per juniores e  giocatori sotto i 1800, e la possibilità di avere le proprie partite commentate da un maestro.

Questa rinnovata offerta di attività collaterali, in aggiunta alla neo-introdotta “offerta famiglia” per gli alloggi, ha fatto in modo che il solo torneo Magistrale sia cresciuto di 20 unità con le rimanenti crescite concentrate nell’Open C e nel torneo Under 16 per una quarantina di presenze in più rispetto al 2015.

IMG_9842Bratto della Presolana è una località che offre molto anche dal punto di vista turistico: bei panorami di montagna, aria fresca, molti sentieri da percorrere a piedi o in mountain bike. Durante il periodo estivo le attività che si possono fare sono: alpinismo ed arrampicata, trekking, equitazione, tiro con l’arco, snow tubing, bob estivo, golf, mini-golf, cannyoning, arrampicata indoor, parapendio, due parchi avventura in località facilmente raggiungibili, ciclismo tradizionale e bicicletta downhill, inoltre la presenza di un bike park dove poter imparare tutte le tecniche di mountain bike con il supporto qualificato di istruttori, la possibilità di affittare bici elettriche e, ovviamente, non possono mancare i trattamenti benessere.

IMG_9837 IMG_9834

IMG_9852

 

La possibilità di giocare un torneo di scacchi ben organizzato in questo contesto, rende la permanenza a Bratto molto piacevole e, quest’anno anche il tempo atmosferico ha fatto in modo che i giocatori avessero 9 giorni quasi completamente di sole. In aggiunta, per quanto riguarda gli scacchi giocati ed il torneo magistrale, quasi ogni anno vi sono giocatori che fanno norme a Bratto: quest’anno è stata la volta di Alex Dobboletta e Fausto Franciosi che fanno la norma di Maestro FSI; mentre Miragha Aghayev ottiene la sua terza norma di MI (la prima era stata ottenuta a Cannes nel 2014 e la seconda proprio a Bratto nel 2015) e, in aggiunta, supera i 2400 punti soddisfando i requisiti per la conquista definitiva del titolo di Maestro Internazionale.

Aghayev si e' giocato la norma all'ultimo turno contro il GM Antal.

Aghayev (ds) si è giocato la norma all’ultimo turno contro il GM Antal (sin). Fotografie di SPQeR.

 

IMG_9872

Fabrizio Magrini.

Anche Fabrizio Magrini si è giocato sino all’ultimo turno la possibilità della norma di Maestro Internazionale, mancandola per mezzo punto.

Vince il torneo Magistrale (54 partecipanti) del XXXVI Festival Internazionale Conca della Presolana il GM croato Nenad Sulava che supera per spareggio tecnico il GM Gergely Antal: entrambi a 7 punti (su 9) e con lo stesso punteggio buchholz totale, si è dovuto guardare al secondo criterio di spareggio il Sonneborn-Berger. Terzo a mezzo punto il GM Miso Cebalo, alla sua 19esima presenza al Festival della Presolana e quarto, con gli stessi punti il GM Alberto David, primo degli italiani.

In quinta posizione, con 6 su 9, Miragha Aghayev e con gli stessi punti il MI Llambi Qendro e Fausto Franciosi. Primo dei sei giocatori a 5½ è Fabrizio Magrini, che ha iniziato l’anno essendo ancora Candidato Maestro, è nel frattempo diventato Maestro, e in questo torneo ha sfiorato la norma di MI e si è avvicinato al titolo di Maestro Fide.

IMG_9848

Martine Dubois vince l’Open A.

La famiglia Sulava completa l’en plain vincendo (con 6½ su 8) anche l’Open A (34 partecipanti) con la MIF Martine Dubois, moglie di Nenad Sulava. A un punto di distacco segue un quintetto (in ordine di spareggio tecnico): Isabella Gennaro, Gianguido Gentili, Diego Forno, Giustino Maria Mancini e Giovanni Asperti.

Vince l’Open B (40 partecipanti), con 7 punti su 8, il 16enne Nicolo’ Tiraboschi davanti a Yasin Merighi (6½) e Gabriele Lumachi (6). Seguono con 5½ i ciprioti Dogukan Kucuk e Ramon Serhun Haluk e il bergamasco Simone Masserini.

L’11enne bergamasca Elisa Cassi vince l’Open C (18 partecipanti) con 6 punti su 7, mezzo punto davanti al giovane sloveno Denis Vah. Terzo, a 5 punti, Marco Re.

Il torneo Under 16 (18 partecipanti) viene vinto dall’11enne milanese Pari Prasad Meharunkar con 6 su 7. Completano il podio, a punti 5½, Alberto Brusadelli e Leonardo Boerci.

 

Ulteriori informazioni, notizie e cronache del festival possono essere lette sui bollettini giornalieri.

Classifiche: http://www.scacchisticamilanese.com/bratto-2016/classifiche-e-turni

Galleria fotografica:

IMG_9862

IMG_9968

IMG_9970

IMG_9972 IMG_9975

IMG_9863

Nenad Sulava iscrive il suo nome nell’albo d’oro.

IMG_9859 IMG_9860 IMG_9865

IMG_9801 IMG_0077

Lascia un commento


Hit Counter provided by Los Angeles SEO Company