topBanner

Scarpa vs Acatullo: che spettacolo!! Marsili ancora Campione Europeo. FOTOREPORTAGE.

SPQeR_2719bassa

Acatullo concentrato all’ingresso sul ring. Foto di SPQeR.

Un bellissimo incontro, per gli standard italiani, quello che ieri ha visto impegnati Andrea Scarpa e Francesco Acatullo.  Sono state 10 riprese di grande boxe con due atleti che non si sono risparmiati, che hanno entrambi avuto momenti di difficoltà sul ring ma li hanno superati e che avevano due piani d’incontro diversi. Acatullo, più basso e con un allungo minore cercava di venire vicino a Scarpa, tenendosi coperto al volto, prima di esplodere i suoi colpi, Scarpa invece tentava di tenerlo lontano cercando buchi nella sua difesa e, quando il vogherese-campano si faceva avanti colpirlo d’incontro.

Andrea Scarpa. Foto di SPQeR.

Andrea Scarpa. Foto di SPQeR.

Ne é venuto fuori il miglior match di tutta la serata, pur non essendo il match clou, con i due giovani pugili italiani che non si sono risparmiati in nessuna ripresa: vi é stato un ritmo veramente alto e il 26enne Francesco Acatullo, alla sua prima esperienza di combattimento sulle 10 riprese, ha mostrato che le regge anche tenendo un’ intensità abbastanza alta per tutte le riprese. Il cambattimento era valido per la disputa del titolo di Campione d’Italia dei pesi superleggeri.

SPQeR_2792bassa SPQeR_2796bassa

 

Alla fine Scarpa ha vinto unanimemente ai punti: 98-92, 98-92 e 97-93 i punteggi assegnati da tre giudici tra i più esperti che si hanno in Italia: Adrio Zannoni, Giuseppe Quartarone e Guido Cavalleri mentre sul ring ha arbitrato Sergio D’Agnano.

Per Andrea Scarpa si tratta della vincita della sua terza cintura di Campione d’Italia e la seconda volta in questa stessa categoria di peso (era stato l’ultimo italiano a vincere nei superleggeri, titolo che é poi divenuto vacante senza che Andrea lo difendesse). Grandi le celebrazioni per il 27enne pugile torinese, di origine pugliese – origine di cui va fiero e che sempre sfoggia con una maglietta dedicata alla Puglia – da parte dei suoi tifosi ma il pubblico del Palazzetto dello Sport Italicementi di Bergamo ha tributato onori ad entrambi i giovani che hanno offerto uno spettacolo così bello e avvincente.

SPQeR_2750bassa SPQeR_2802bassa

 

 

 

SPQeR_2814bassa SPQeR_2916bassa

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

SPQeR_3058bassa SPQeR_3043bassa

 

 

 

 

 

 

 

SPQeR_3153bassaNell’incontro clou, valido per il titolo Europeo del pesi leggeri, il detentore Emiliano Marsili ha battuto Gyorgy Mizsei Jr per KOT alla 7ª ripresa dopo che l’arbitro, al terzo atterramento del pugile ungherese, ha deciso di dichiarare terminato il combattimento. Marsili aveva battuto lo stesso avversario a fine settembre 2014, avversario che in questa occasione ha rimpiazzato Antonio De Vitis che ha dato un forfait all’ultimo momento.

Il procuratore di Marsili, dopo la quarta difesa del titolo europeo, vuole ora trovare la possibilità di fare disputare a Emiliano Marsili un titolo mondiale. Ricordiamo che Emilano Marsili é già stato Campione del Mondo, versione IBO, ma che lasciò tale titolo per inseguire quello europeo (EBU) che poi vinse battendo Luca Giacon.

 

 

Galleria fotografica (cliccare sulla foto per ingrandire):

SPQeR_2520bassa SPQeR_2588bassa SPQeR_2623bassa SPQeR_2680bassa SPQeR_2739bassa

SPQeR_2773bassa SPQeR_2796bassa SPQeR_2808bassa SPQeR_2831bassa SPQeR_2848bassa SPQeR_2906bassa SPQeR_2921bassa SPQeR_2934bassa SPQeR_3012bassa SPQeR_3043bassa SPQeR_3062bassa SPQeR_3075bassa SPQeR_3091bassa SPQeR_3104bassa SPQeR_3107bassa SPQeR_3134bassa SPQeR_3148bassa

 


Hit Counter provided by Los Angeles SEO Company